Tempo di conservazione della pasta frolla: consigli utili

Quanto tempo dura la pasta frolla in frigorifero o in freezer? Alcuni consigli e accorgimenti per conservarla al meglio.

La pasta frolla è l’impasto dolce più conosciuto e diffuso al mondo, con cui è possibile dare vita a innumerevoli dolci deliziosi: biscotti, torte, crostate e pasticcini golosi che profumano di vaniglia, agrumi, spezie o cacao. Esistono tantissime tipologie di pasta frolla, anche piuttosto diverse tra loro, ma tutte sono accomunate da una semplicità disarmante: anche chi è principiante in cucina, seguendo poche indicazioni può preparare una pasta frolla di tutto rispetto, friabile e profumata al punto giusto.

Potete optare per la classica pasta frolla con uova e burro se volete sfornare una crostata o dei biscotti semplici per la colazione, optare per la frolla senza uova e burro se siete vegani o intolleranti al lattosio, oppure provare la frolla speziata per confezionare degli ottimi biscotti natalizi. Può capitare che una parte di frolla avanzi, oppure di volerne preparare una dose in più da utilizzare in un secondo momento.

Sapete come si conserva e quanto tempo dura la pasta frolla in frigorifero? Scopritelo proseguendo la lettura di questo articolo!

Quando dura la pasta frolla in frigo?

Se avete preparato più pasta frolla di quanta ne dobbiate utilizzare in quel preciso momento, niente paura: potete avvolgerla nuovamente nella pellicola trasparente per alimenti, oppure riporla all’interno di un sacchetto a chiusura ermetica, e conservarla in frigorifero.

La pasta frolla è un impasto che non teme le basse temperature: anzi, lasciarla riposare in frigorifero per 30 minuti prima di utilizzarla è addirittura consigliabile per consentire al burro di solidificarsi e rendere l’impasto più friabile.

In frigorifero la pasta frolla dura fino a 4-5 giorni. Se avete intenzione di conservarla per più tempo, potete tranquillamente congelarla, senza temere che perda il suo inconfondibile profumo e la sua friabilità: in freezer la frolla ha una durata massima di 3 mesi.

Potete congelare il panetto di pasta frolla dopo averlo avvolto nella pellicola trasparente e averlo riposto all’interno di un sacchetto o un contenitore a chiusura ermetica, oppure congelarla già stesa arrotolando la sfoglia con un foglio di carta da forno: in questo modo dopo averla lasciata scongelare in frigorifero sarà pronta per essere utilizzata.

Scritto da Angelica Mocco
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Prezzo medio di una cena in Thailandia: street food e ristoranti

Paccheri con salsiccia e pomodorini: ricetta facile e appetitosa

Leggi anche
Contentsads.com