NYC, apre food hall firmato Cipriano in stile Eataly

Con Eataly si è diffuso il fenomeno delle food hall, tra supermercati ed esposizioni vere e proprie: a New York ne arriva una firmata Cipriani!

Che la cucina italiana sia apprezzata in tutto il mondo non è mai stato un mistero: alcuni paesi traggono grande ispirazione dal mercato del Made in Italy, spesso emulando ristoranti e locali tipicamente nostrani.

La tendenza attualmente più in voga, però, ruota attorno alle cosiddette food hall, ovvero degli spazi di design caratterizzati da un percorso attraverso cui è possibile acquistare prodotti alimentari di qualità, partecipare a degustazioni o addirittura consumare pasti.

La particolarità di questi luoghi ne sta favorendo la diffusione in tutto il mondo – soprattutto negli Stati Uniti, che sfruttano questi spazi per proporre e valorizzare prodotti diversi, proprio come quelli tipici italiani.

Food hall negli Stati Uniti

Non a caso, la prima food hall della storia sorge nel cuore di Manhattan: si tratta di Eataly, che da quel primo punto vendita ha creato un vero e proprio impero del food&beverage in tutto il mondo. Naturalmente, se un’idea funziona, è normale aspettarsi qualche emulatore. E in effetti, dopo Flatiron, di proprietà dell’italiana Sorgente Group, è in arrivo un altro nuovo progetto firmato da una società italiana. Parliamo della famiglia Cipriani, che ha intenzione di inaugurare una food hall dedicata al Made in Italy nell’Upper West Side.

Nel corso degli anni, Cipriani ha avuto un rapporto travagliato con la città di New York – dalle accuse di evasione fiscale al coinvolgimento nel caso Weinstein. Eppure, la fama del brand non è rimasta scalfita da nulla, tant’è che oggi vanta una fortissima presenza sul suolo americano: solo a New York sorgono l’Harry Cipriani, il Cipriani Dowtown Cipriani Club 55, il Cipriani Dolci al Grand Central Terminal, e il recente punto vendita dedicato al take away Le Specialità. Nel 2018, poi, l’espansione verso il mondo dell’hotellerie con l’hotel Mr. C Seaport, che ospita il celebre ristorante Bellini.

Il progetto nell’Upper West Side

Il patrimonio di Cipriani si allarga ulteriormente con il progetto di una nuova food hall, che sorgerà nel complesso immobiliare di Waterline Square. Lo scopo della società è condensare in questo spazio, di circa 2500 metri quadri, tutta l’offerta sviluppata nel corso degli anni.

Ci saranno, ad esempio, un’area caffetteria, con gelateria e pasticceria, nonché un laboratorio per pasta e pane, il banco dei formaggi, la macelleria, un cocktail bar, la pizzeria al taglio, la rosticceria e persino un ristorante con servizio al tavolo. Non mancheranno, infine, postazioni con specialità offerte in collaborazione con altri enti locali, per promuovere la varietà in cucina. L’inaugurazione del nuovo colosso è prevista per luglio 2019, e dovrebbe anche creare ben 200 posti di lavoro.

Scritto da alice sacchi

Scrivi un commento

1000

Miele Made in Italy: il punto sulla produzione italiana 2019

Alessandro Borghese torna con 4 ristoranti in Valle d’Aosta

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.