Ricetta dei paccheri fatti in casa: tutto il procedimento

Quale miglior modo per portare avanti le tradizioni tramandate dalle nonne e allietare i palati di tutti noi, se non fare la pasta in casa?
In tv, sui social e nel mondo web, ci propinano ogni santo giorno ricette di chef stellati intenti a creare piatti che sembrano quadri, vere e proprie opere artistiche.
Non dimentichiamoci però dei piatti “più semplici”, come la ricetta dei paccheri fatti in casa, capaci di saziare i tre sensi più importanti: palato, vista e olfatto.

Ricetta dei paccheri fatti in casa: origini

I paccheri sono un piatto tipico della regione Campania con forma di maccheroni giganti, realizzati con farina di semola grano duro. Era considerata la pasta dei poveri perchè essendo di dimensioni superiori alla pasta normale, ne bastavano pochi per riempire un piatto. In dialetto il termine pacchero significa “schiaffo” perchè il loro versamento nel piatto e il loro movimento ricordano il rumore di uno schiaffo.

Ingredienti

  • 300 g di farina per pasta
  • 100 g di farina tipo 00
  • 4 rossi d'uovo
  • un cucchiaio di olio d'oliva e acqua a necessità
  • sale

Informazioni

Porzioni: 4
Tempo di preparazione: 00:10
Tempo di cottura: 00:07
Tempo totale: 00:17

Preparazione

  1. Prendere le dosi di farina indicate e fare la tipica montagnola con la fontanella al centro e versarci i rossi delle uova, cercando di non creare colate laviche per tutto il piano di lavoro.
  2. S'inizia amalgamando farina, uova, olio e sale. Bisogna lavorare molto bene l'impasto cercando di non creare grumi e aggiungendo l'acqua necessaria per creare un impasto omogeneo.
  3. Una volta ottenuto l'impasto liscio e morbido, lo si divide in 2 o 4 panetti e si inizia la loro stesura.
  4. La stesura può avvenire mediante la macchina o, con il matterello, dipende dalla fatica che si vuole fare! La pasta stesa non dovrà essere troppo sottile altrimenti non si riesce a comporre il pacchero.
  5. Fare delle strisce e unirle tra loro ponendole poi una sopra l'altra fino a creare la forma del pacchero. Creare la più classica forma dei rettangoli dimensioni cm 5 x 7 , fare delle righe con un mattarello per "troccoli", infarinare ambo i lati i rettangoli e bagnarli all'estremità in modo che unendoli, i rettangoli rimangono chiusi.
  6. Lasciare asciugare bene e infine farli cuocere. La cottura varia a seconda si vogliano servire al dente o meno. Tendenzialmente per quelli fatti in casa, quindi pasta fresca, il tempo è di 7 minuti. Se acquistati il tempo di cottura può arrivare anche ai 15 minuti

Paccheri fatti in casa: come condirli

I paccheri si abbinano a qualsiasi tipo di sugo e piatto. Un esempio? I paccheri risottati. Si taglia a fettine sottilissime una cipolla e la si fa appassire in una padella con olio d'oliva e un po' di burro. Poi si prendono dei pomodorini ciliegino, si lavano e si tagliano a spicchi e si aggiungono alla cipolla e li si fanno cuocere finché si sono ammorbiditi per bene. A parte, ci cuociono i paccheri, si scolano e si mescolano insieme alla cipolla e ai pomodorini. Insieme ai paccheri aggiungete un primo mestolo di brodo, quando vedete che la pasta è quasi pronta aggiungete un secondo mestolo di brodo vegetale e salate ancora. Terminata la cottura mantecate con un filo d'olio d'oliva a freddo. paccheri  
Scritto da Sabrina Rossi
Contents.media