Notizie.it logo

Cinque modi di cucinare il coniglio

cinque modi di cucinare il coniglio

Come preparare il coniglio in cinque modi differenti.

Il coniglio è considerato un alimento da consumare spesso perché fa parte della categorie delle carni bianche, quindi è molto magro e ricco di vitamine e sali minerali.

Il coniglio, inoltre, si presta per essere cucinato in tante varianti, per preparare piatti veramente gustosi e sicuramente non molto calorici.

In questa guida vediamo come cucinare il coniglio in cinque modi alternativi:

  1. Coniglio al forno – per questa ricetta occorrono spezie varie, aceto e vino bianco; il coniglio viene tagliato a pezzi e lavato accuratamente e poi posto in una ciotola con l’aceto. Dopo alcune ore si mettono i pezzi di carne in una terrina e si cospargono di salvia, prezzemolo tritato, rosmarino, alloro ed uno spicchio di aglio e poi si annaffia il tutto con del vino bianco, sale e pepe, si mescola tutto per far amalgamare bene ed infine si lascia macerare per circa 1 ora. In una teglia da forno si dispongono i pezzi di coniglio e si lascia cuocere a 180° per 50 minuti, mescolando di tanto in tanto.
  2. Coniglio arrostito – un modo molto semplice ma gustoso di cucinare il coniglio, per il quale occorrono 4 cucchiai di olio, 2 cucchiai di senape, sale e pepe, 2 cucchiai di burro, mezza tazza di brodo di pollo o coniglio.

    In una ciotola si uniscono l’olio, la senape ed un poco di pepe, per poi mescolare con una forchetta; poi si mette il coniglio ridotto in pezzi nella marinatura e si mescola, si copre e si ripone in frigo per un’oretta. In una padella si fa sciogliere il burro e si aggiungono i pezzi di coniglio, cuocendoli per 5 minuti circa, poi si trasferisce tutto nel forno preriscaldato a 220° per circa 8 minuti; fatto ciò, si unisce il brodo e si termina la cottura a fuoco medio, fino a che non inizia a bollire. Una volta cotto, il coniglio si lascia riposare per almeno una decina di minuti.

  3. Coniglio alla cacciatora – una ricetta classica per preparare il coniglio, con l’aggiunta di 500 gr di pomodorini, mezzo bicchiere di vino bianco, 1 cipolla, 1 spicchio di aglio, sedano, mezzo bicchiere di aceto, 1 peperoncino, 100 ml di olio, basilico, rosmarino e sale. Dopo aver lavato e tagliato a pezzi il coniglio, lo si tiene a bagno per una mezz’ora in acqua fredda ed aceto, si pone in una padella a fuoco vivo per eliminare l’acqua, dopodichè si aggiunge l’olio e si fa rosolare, sfumando con il vino bianco. A questo punto si tolgono i pezzi di coniglio e si aggiunge nella padella la cipolla, il sedano, il sedano, l’aglio ed il peperoncino tagliati a pezzetti, facendoli soffriggere; si uniscono i pomodori e si lascia cuocere per 15 minuti. Si uniscono nuovamente i pezzi di coniglio e si lasciano cuocere a fuoco lento. A cottura ultimata, si aggiungono il basilico e il rosmarino.
  4. Coniglio con olive nere – un secondo piatto leggero e gustoso che prevede 6 cucchiai di olio, 2 spicchi di aglio, mezzo bicchiere di vino bianco, 2 cucchiai di aceto, 40 olive nere, prezzemolo, sale e pepe. Dorare l’aglio in una padella con l’olio e poi aggiungere il coniglio ridotto in pezzi; aggiungere sale e pepe e lasciare dorare la carne, per poi unire il vino e l’aceto. A questo punto si aggiungono le olive e si lascia cuocere per una decina di minuti, si fa asciugare il vino bianco e si versano 2 cucchiai di acqua, portando il coniglio a fine cottura. Prima di servire spolverare con del prezzemolo tritato.
  5. Sugo di coniglio – la carne di coniglio si presta anche per preparare gustosi sughi con cui condire la pasta. Per prepararlo occorre 1 cipolla, 1 spicchio di aglio, sedano, 1 cucchiaio di rosmarino, 1 carota, 200 ml di brodo, 400 gr di passata di pomodoro, olio, 250 ml di vino bianco, sale, pepe e naturalmente il coniglio.

Come si può ben notare, il coniglio può essere cucinato in tantissimi modi differenti, che permettono di dar vita a ricette originali e molto gustose.

© Riproduzione riservata
Leggi anche