Focaccia genovese, ingredienti e preparazione

Alla scoperta della focaccia genovese.

La focaccia genovese è un prodotto molto antico della città di Genova, i primi riferimenti risalgono addirittura al 1392, nell’inventario dei beni di un fornaio.

Nel periodo del rinascimento invece, alcuni documenti raccontano che si usava mangiare questo tipo di focaccia, (che era simile a quella che si prepara oggi giorno), in chiesa, nelle occasioni speciali quali ad esempio il matrimonio bevendo assieme del vino nel momento della benedizione.

Il periodo dell’ottocento risulta comunque essere l’anno per affermare con certezza di ritrovare qualcosa molto simile alla focaccia genovese, infatti in quest’anno si cominciano a realizzare i primissimi libri di cucina genovese che andranno poi a modificare la ricetta iniziale della focaccia genovese.

Focaccia genovese: caratteristiche

Questa tipologia di focaccia si discosta per alcune particolarità che ora andremo ad elencare in maniera semplice e sintetica.
Questa focaccia genovese si presenta di solito non più alta di 2 cm, il suo colore è tra l’ambrato ed il dorato, molto morbida al suo interno ed invece all’esterno molto croccante.

Poi una delle sue caratteristiche principali è che appare come un pane schiacciato ricoperto di olio e sale.
Questo tipo di focaccia non unge, anche se risulta ben oliata, presenta anche molto sale rispetto alle focacce tradizionali, è leggera ed anche umida.

Una focaccia che si distingue dalla maggior parte delle altre focacce anche perché si può abbinare con diverse pietanze ad esempio inzuppata nel latte o anche assieme ad un po’ di vino tipo quello bianco secco o anche un rosato.

Si può abbinare con alcuni prodotti come i formaggi, i salumi ed i prosciutti.
I genovesi consigliano di consumare questa focaccia all’ingiù, in modo che i cristalli di sale che la ricoprono possano colpire in maniera più veloce le papille gustative della persona.

Focaccia genovese

Ingredienti

Per preparare una buona focaccia genovese la giusta scelta degli ingredienti risulta fondamentale.
Cerchiamo di riportare ora questi ingredienti e poi descrivere tutta la procedura esatta nel realizzare una focaccia genovese.

Gli ingredienti di una focaccia genovese quindi sono:

  • acqua da sola, o anche abbinata con il vino bianco;
  • olio extravergine d’oliva;
  • farina di tipo 00;
  • rinforzata di grano tenero;
  • estratto di malto;
  • lievito di birra e sale.
  1. Per realizzarla in maniera idonea è necessario attenersi ad una serie di fasi.
    Una volta inseriti gli ingredienti che servono per realizzare questa focaccia è necessario impastare, si può fare a mano o anche con l’ultilizzo di queste impastatrici come quella a forcella, dove l’impasto generalmente deve essere effettuato almeno per una mezz’oretta e l’impasto a spirale che deve essere realizzato per 15 minuti.
  2. Quello che viene consigliato dagli esperti è di cercare di mantenere la temperatura dell’impasto a 22 C°.
    Una volta completato proprio questo impasto, il composto dovrà essere prima piegato a fagotto, poi sistemato in una madia in legno e farlo lievitare per 30 minuti.
  3. Una volta che sono passati questi minuti, si prepara le pezzature, e si procederà per un’altra levitazione che durerà sempre 30 minuti.
    Si verifica l’elasticità dell’impasto e successivamente se la verifica è risultata positiva si procede con la fase successiva ovvero quella di fare riposare la pasta per altri 20 minuti distendendola nella teglia.
  4. Dopo si cerca di pressare in maniera delicata i lati della superficie della pasta con i polpastrelli delle dita in modo da lasciare le classiche fossette senza andare a bucarla, rischio la perdita della levitazione.
  5. Altra fase è quella della schiacciatura che si fa con solo 3 dita per mano a partire dalla parte alta della teglia.
    Poi si può spennellare tutta la superficie del composto con una salamoia abbondante di acqua, olio ed anche sale grosso.
  6. Successivamente si farà levitare per 1h e 20m comprendo tutto l’impasto con un panno o anche pezzi di carta.
  7. Quando sarà raddoppiata di volume verrà infornata, a forno molto caldo, e cuocere per ben 18 o anche 20 minuti.
  8. La procedura non finisce qua, infatti una volta che la focaccia è cotta, questa va spennellata ancora una volta raccogliendo l’olio rimasto nei buchi per andare a distribuirne in tutta la superficie della focaccia.
  9. La procedura è quasi finita, la focaccia è pronta per essere estratta dalla teglia e gustata.
Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Plumcake salato senza lievito: come prepararlo

Crema pasticcera veloce: la ricetta e gli ingredienti

Leggi anche
Contents.media