Funghi porcini trifolati alla toscana: preparazione in umido

Funghi porcini trifolati alla toscana, gusto e tradizione!

Quella toscana è sicuramente una fra le più genuine e apprezzate cucine regionali del Bel Paese, quindi imparare a preparare le sue squisitezze non può che essere utile per soddisfare la maggior parte dei palati dei commensali invitati alle occasioni speciali organizzate in famiglia, a lavoro o con gli amici.

Al riguardo fra le ricette toscane di più facile esecuzione da cui si può partire o prendere spunto ecco qui di seguito presentata la ricetta dei funghi porcini trifolati alla toscana: preparazione in umido.

Funghi porcini trifolati alla toscana

In particolare questa ricetta prevede l’utilizzo della nepetella, detta anche nepitella, erba dei funghi o mentuccia, oppure dell’anice verde in sostituzione del classico prezzemolo che viene solitamente impiegato assieme all’aglio e all’olio per trifolare sui fornelli le vivande tagliate sottilmente, giustappunto come i funghi oppure le zucchine e le patate.

Inoltre, tale preparazione culinaria prevede anche l’uso di poco brodo vegetale, o per chi non lo gradisce di acqua calda, per cuocere i porcini in umido.

Ingredienti

Per cucinare in poco più di 20 minuti i funghi porcini trifolati alla toscana: preparazione in umido, una gustosa ricetta completamente vegetale, pertanto vegana, sfruttabile sia come contorno di numerosi secondi piatti sia per condire o farcire svariate pietanze, è necessario procurarsi e pesare sulla bilancia i seguenti ingredienti per servire 8 persone:

  • 1 kg di funghi porcini freschi oppure surgelati;
  • 200 grammi di funghi ovoli buoni;
  • 2 rametti di nepetella o di pimpinella (anice verde);
  • 200 ml di olio extra vergine d’oliva;
  • 1 limone;
  • 2 cucchiaini di concentrato di pomodoro;
  • poco brodo vegetale;
  • 4 spicchi d’aglio;
  • sale fino quanto basta;
  • pepe macinato fresco o secco in polvere quanto basta.

Preparazione in umido

  1. In primo luogo per realizzare la ricetta dei funghi porcini trifolati alla toscana: preparazione in umido bisogna pulire attentamente dalla terra sia i funghi porcini sia gli ovoli buoni strofinandoli in modo delicato tramite uno strofinaccio umido o una spugna bagnata aiutandosi anche con una spazzolina o un pennello da cucina. Tuttavia i cuochi meno esperti potranno servirsi tranquillamente di funghi surgelati o prelavati e già affettati acquistabili dal fruttivendolo o nell’apposito reparto presente nei supermercati o nei negozi di generi alimentari.
  2. Poi occorre tagliare sottilmente entrambi i tipi di funghi e porli in una casseruola, possibilmente di terracotta (coccio), a soffriggere per circa 4 minuti su fiamma moderata nell’olio extravergine d’oliva preriscaldato in cui sono già stati fatti rosolare fino a doratura e poi tolti gli spicchi d’aglio sbucciati e schiacciati con una forchetta e i rametti di nepitella.
  3. Adesso si devono salare, pepare e rimestare i funghi con un mestolo di legno, versare nella preparazione del brodo vegetale o dell’acqua calda per la cottura in umido e cuore il tutto per altri 7 minuti con il coperchio.
  4. A questo punto occorre aggiungere ai funghi porcini trifolati alla toscana e cotti in umido del concentrato di pomodoro (2 cucchiai) sciolto in poco brodo o acqua e del succo di limone (2 cucchiaini), mescolare con il cucchiaio di legno e proseguire la cottura per altri 7 minuti versando nella pentola ancora un po’ di brodo se i funghi si asciugano troppo.
  5. Per terminare si può decorare e insaporire questa gustosa e genuina preparazione in umido a base di funghi porcini trifolati alla toscana con ancora un po’ di nepitella: BUON APPETITO!
Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Enrico Bertolini: stelle e ristoranti dello chef

Alex Atala, chi è lo chef brasiliano

Leggi anche
Contents.media