3 spezie poco usate che fanno molto bene

Quali sono le spezie che pur utilizzate di rado hanno effetti benefici

Il cumino, lo zenzero e la curcuma sono 3 spezie sicuramente poco usate nella cucina italiana, ma in grado di guarire.

Fra le tante varietà di spezie che siamo abituati ad usare nella cucina nostrana, ve ne sono alcune meno note e, di conseguenza quasi mai utilizzate per preparare le varie pietanze, eppure anche esse hanno effetti veramente benefici sull’organismo, come il cumino, lo zenzero e la curcuma.

Il cumino è una spezia che aiuta la cura del diabete, previene e combatte l’osteoporosi e nella variante nera è un ottimo rimedio per gli stati infiammatori.

Fra le altre spezie poco usate ma con grandi effetti benefici troviamo anche lo zenzero; la sua radice, se masticata, è ottima contro la nausea da mal d’auto, aereo o mare, ma funge anche da perfetto digestivo ed aiuta chi soffre di ansia.

La curcuma, infine, è considerata la regina delle spezie, principalmente per le sue proprietà curative e preventive; essa, infatti, è in grado di attenuare il dolore, migliora la circolazione del sangue, cura il raffreddore, guarisce le gengiviti, costituisce un ottimo rimedio per l’indigestione, aiuta a combattere lo stress, viene usata contro il morbillo e la varicella e nella prevenzione di molti tipi di tumore.

Naturalmente, oltre le 3 spezie appena citate ve ne sono ancora tante da tenere in seria considerazione, pur utilizzandole raramente, perchè sono veramente un toccasana per la nostra salute.

Scritto da guerrerastefania

Lascia un commento

Ricetta tiramisù alle fragole

Migliori ristoranti per cena economica Brescia

Leggi anche
  • 1344 768 17 17 30 57 0 798366La mozzarella si può mangiare dopo la scadenza?

    La mozzarella è un capolavoro caseario che affascina per il suo gusto e la sua versatilità. Tuttavia, quando si tratta di consumare mozzarella scaduta, bisogna fare attenzione e valutare attentamente le condizioni del prodotto.

  • creamy polenta with parmesan cheese 1Polenta cotta e cruda: calorie e valori nutrizionali

    Si pensa sempre che la polenta sia un piatto altamente calorico, ma non è così. Diventa calorico se accompagnato con carni o sughi molto corposi. Da sola, sia cotta che cruda, ha poche calorie e valori ottimi.