E-commerce online per un’azienda alimentare: ecco come aprirlo passo dopo passo

Non avere un proprio e-commerce significa perdere clienti e non essere realmente competitivi su ogni fronte. Ecco come risolvere il problema

Oggigiorno è risaputo che per poter essere competitivi in qualsiasi settore, in qualsiasi mercato, è fondamentale essere competitivi anche online. Moltissime persone, infatti, fanno i loro acquisti direttamente sul web, senza visitare il negozio fisico. Di conseguenza, non avere un proprio e-commerce significa perdere clienti e non essere realmente competitivi su ogni fronte. Questo vale anche per il settore alimentare: vediamo allora cosa è necessario tenere in considerazione per aprire un negozio online per un’azienda del settore.

Piattaforma di vendita

La prima cosa da fare per aprire un’e-commerce per la propria attività è quella di sviluppare una piattaforma web adatta al tipo di business che si vuole proporre. Per fare ciò, è preferibile rivolgersi ad un’agenzia in grado di occuparsi di questo aspetto, in modo da ottenere un risultato professionale ed avere una gestione completa dei prodotti inseriti e delle promozioni, tenendo sotto controllo anche le scorte e gli ordini in maniera immediata, anche senza avere particolari competenze tecniche. In alternativa, chi ha maggiore dimestichezza con questo settore e vuole avere il totale controllo del proprio negozio online può scegliere di creare autonomamente il proprio e-commerce: molte aziende forniscono gli strumenti per creare e personalizzare la propria piattaforma e-commerce in modo semplice e intuitivo.

E-commerce online azienda alimentare come aprirlo

Packaging

In molti tendono a sottovalutare l’importanza oggi rivestita dall’elemento del packaging. Tuttavia, gli imballaggi che trasportano i prodotti alimentari rappresentano un aspetto fondamentale per un’attività di e-commerce. Prima di tutto, secondo le leggi nazionali e sovranazionali, il packaging di un prodotto alimentare deve presentare determinate informazioni utili, come l’elenco degli ingredienti, il peso del prodotto, la quantità o l’importo dei prodotti, nonché la scadenza. È fondamentale, inoltre, non confezionare i prodotti insieme, per evitare le contaminazioni, ed assicurarsi che i pacchi siano conformi al contenuto stesso, evitando ad esempio accuratamente la migrazione di sostante chimiche pericolose dall’imballaggio al prodotto alimentare. In secondo luogo, il packaging può ricoprire un ruolo importante nella comunicazione del prodotto: un imballaggio personalizzato e curato nei dettagli riceverà un certo tipo di risposta dai clienti che lo riceveranno, partecipando a creare una fidelizzazione di lungo periodo.

Delivery

Per quanto riguarda la spedizione, è bene fare una distinzione tra alimenti non deperibili, ovvero quelli a lunga conservazione (come pasta, legumi secchi, spezie, ecc.) e deperibili, cioè quelli destinati a deteriorarsi in poco tempo (come formaggi, carni, salumi ecc.), che a loro volta possono essere distinti in freschi o surgelati. In genere, basta trovare un corriere attrezzato con mezzi refrigerati, per consentire una spedizione efficiente. In particolare, vi sono tre categorie di corrieri isotermici: classe A, con una temperatura tra +12°C. e 0°C; classe B, con temperatura fino a -10°C; e classe C, con una temperatura fino a -20°C. Se il proprio shop alimentare presenta una varietà di prodotti, è bene prestare particolarmente attenzione a quale corriere scegliere, assicurando consegne celeri per articoli particolarmente deperibili. Per gli alimenti a lunga conservazione, invece, potrebbe essere sufficiente un corriere tradizionale, ma è necessario che sia conforme ai requisiti igienico-sanitari previsti dall’all. II, cap. IV, del Reg. CE 852/2004.

E-commerce online azienda alimentare come aprirlo

Promozione dell’e-commerce

Dopo aver realizzato il proprio sito web per commercializzare prodotti gastronomici, bisogna occuparsi anche della fase promozionale, al fine di far conoscere i propri prodotti e aumentare le proprie vendite online. Per questo, è fondamentale puntare anche sulla SEO (Search Engine Optimization) ovvero quel processo che permette ad ogni portale web di classificarsi tra i primi risultati di un determinato motore di ricerca. Si tratta di tecniche complesse che richiedono particolari competenze, e per le quali è preferibile affidarsi ad un’agenzia specializzata. In particolare, è fondamentale avere un e-commerce che può essere utilizzato in maniera agevole anche dalle piattaforme mobili, e occorre utilizzare parole chiave corredate ai prodotti in vendita. Oltre all’aspetto SEO, si possono curare anche gli aspetti più strettamente legati alla comunicazione, attraverso l’utilizzo accurato dei social network, anche con delle collaborazioni con influencer del settore food.

Scritto da alice sacchi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cuori di merluzzo profumati al limone: il pieno di vitamina C in un piatto super-saporito

Risotto alla liquirizia: un primo piatto raffinato e aromatico

Leggi anche
Contents.media