Notizie.it logo

Castagne al forno ventilato senza ammollo: come prepararle

Castagne al forno ventilato senza ammollo: come prepararle

L'autunno è la stagione delle castagne. Possiamo consumarle in tantissimi modi diversi: dai dolci alle semplici caldarroste.

È il frutto autunnale per eccellenza, una vera e propria bomba di energia e di benessere, gusto irresistibile e tanti modi per cucinarlo: castagne, che bontà. Non tutti sanno che si contano circa 100 varietà tra la classica castagna e il marrone, un frutto delizioso che si presta a tantissime ricette. Dalla semplice caldarrosta cotta a fuoco vivo su una padella forata alle classiche sbucciate lesse e le numerose preparazioni in cucina che sono possibili utilizzando la castagna. Inoltre è possibile preparare le castagne al forno ventilato senza ammollo.

Le castagne: caratteristiche

Per distinguere le castagne dai marroni bisogna avere un po’ di esperienza: le prime hanno un rivestimento esterno di colore scuro e presentano una forma schiacciata e piccola. Da questo tipo di castagna è possibile produrre anche la farina, ottima per preparare dolci o la pasta fatta in casa. I marroni, invece, hanno una forma ovale con la buccia marrone chiaro che presenta delle striature. Ha una polpa più dolce che le rende perfette per preparare marmellate o dolci di vario tipo, tra cui i marron glacè. Tutte le castagne sono buone, a qualsiasi varietà appartengano, bisogna solo fare attenzione quando si acquistano, a sceglierle belle sode con la buccia di colore uniforme e brillante.

Cibo dei forti, direbbero i nostri nonni, considerate le sostanze benefiche che contengono. Questo frutto è molto antico ed è chiamato cibo degli dei per le numerose vitamine e proteine che contiene, ne menzioniamo solo alcune tra le più importanti come il calcio, benefico per le ossa, il sodio, il cloro ma anche fosforo e potassio che aiuta a studiare meglio. Quasi stupisce sapere che ogni castagna contiene vitamine del gruppo A, B1, B2,3,5,6, acido folico, vitamina B12 e tante altri principi benefici per l’intero organismo, e dispiace che questo scrigno del benessere possa essere sfruttato solo pochi mesi all’anno.

Castagne al forno ventilato senza ammollo

Quante volte ci capita di avere acquistato delle castagne ma di non aver tempo per preparazioni elaborate, vorremmo avere sotto mano una ricetta che ci consenta di cucinarle rapidamente senza doverle prima mettere in ammollo o sbucciarle.

Ecco di seguito la ricetta che vi consentirà di mangiare le castagne al forno ventilato senza ammollo, saporite in mezz’ora. Il tempo di cenare e saranno già pronte per essere servite.

Ingredienti

  • 400 g di castagne
  • Sale doppio q.b.

Preparazione

  1. Per prima cosa accendete il forno e impostatelo alla massima temperatura. Prendete le castagne e scegliete solo quelle integre (purtroppo i frutti danneggiati devono essere buttati via) e lavatele bene con abbondante acqua corrente.
  2. Asciugatele e incidetele con un taglio orizzontale di circa 3 cm sulla parta alta, la zona panciuta della castagna e disponetele sulla teglia. Vi consigliamo di adagiare sempre un foglio di carta da forno per evitare che la leccarda si rovini.
  3. Attenzione a sistemare le castagne evitando che si sovrappongano l’una all’altra, devono essere slegate tra loro per consentire una cottura uniforme su ciascuna di esse. Salate abbondantemente e fate cuocere in forno ventilato già caldo a 220 gradi per circa 20/25 minuti.
  4. Ricordate di muovere le castagne di tanto in tanto spostandole da un lato all’altro per favorire una giusta cottura su tutti i lati. Considerate, inoltre, che i tempi di cottura variano dalla grandezza della castagna, se sono grandi avranno bisogno di più tempo, viceversa se sono piccole dovrete fare attenzione a non cuocerle troppo, indurendole. Il tempo di cottura medio, in ogni caso, è di 20/25 minuti.
  5. A cottura ultimata sfornatele e riponetele subito in una terrina ricoperte da un panno per 10 minuti. Il vapore che si forma vi aiuterà a pelarle in modo rapido, senza troppa fatica. Vi consigliamo di consumare le castagne ancora calde o di riporle in un sacchetto di carta chiuso.

Come conservare le castagne

Il segreto per conservare bene le castagne ancora crude è quello di riporle in un cesto di vimini facendo attenzione a non sovrapporle, in tal modo si possono conservare anche per 15 giorni. Se avete intenzione di congelarle, intaccatele subito e mettetele in un sacchetto di plastica ben chiuso e quando volete cuocerle non le scongelate ma mettetele direttamente nel forno. Se volete congelarle da cotte, vi consiglio di sbucciarle prima, quando poi volete consumarle dovrete scongelarle lentamente e poi scaldarle nel forno.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300

Leggi anche