Notizie.it logo

Cosa mangiare a San Valentino: 6 proposte invitanti

Cosa mangiare a San Valentino

La festa degli innamorati richiede un menù studiato ad hoc. Non sapete cosa mangiare a San Valentino? Ecco qualche idea da cui prendere ispirazione.

Quest’anno volete festeggiare San Valentino nel migliore dei modi e organizzare una romantica cenetta a lume di candela a casa? Evitare i ristoranti la sera del 14 febbraio è un’ottima idea per godersi una serata intima e tranquilla, ma affinché il menù possa essere degno dell’occasione in tavola non possono mancare alcuni ingredienti speciali.

Cosa mangiare a San Valentino

In questo articolo vi sveliamo quali ingredienti utilizzare nella preparazione del menù di San Valentino, per accendere il desiderio e la passione. L’esistenza di cibi afrodisiaci è nota fin dall’alba dei tempi: alcuni alimenti, come le ostriche e il cioccolato, sono noti per le loro proprietà stimolanti, altri invece sono meno conosciuti e talvolta insospettabili.

Ostriche

Le ostriche (e i molluschi in generale) detengono il primo posto tra i cibi afrodisiaci.

Contengono buone quantità di zinco e favoriscono il rilascio di serotonina, ma occhio a non esagerare con lo champagne e gli alcolici in generale! Vi consigliamo di servirle come antipasto, oppure utilizzarle per preparare un delizioso risotto.

Cosa mangiare a San Valentino

Caviale

Passiamo a un altro ingrediente, seducente e passionale quanto basta per accendere l’eros nella serata più romantica dell’anno. Anche il caviale è ricco di zinco e altri sali minerali, tra cui ferro, fosforo, selenio e magnesio, ma anche vitamine e antiossidanti. L’ideale è servirlo con delle stuzzicanti tartine, per esaltarne il pregio e la raffinatezza.

Cosa mangiare a San Valentino

Zafferano

Lo zafferano, anche noto come oro rosso, è una spezia preziosa protagonista di innumerevoli piatti tradizionali, tra cui il risotto alla milanese. Le sue proprietà afrodisiache sono da attribuire all’effetto vasodilatatore e alla capacità di incrementare la produzione di ormoni sessuali. Se volete proporre un piatto al contempo stuzzicante e raffinato, vi consigliamo di provare le scaloppine allo zafferano.

Cosa mangiare a San Valentino

Peperoncino

Che il peperoncino sia uno degli afrodisiaci più potenti è risaputo, merito della capsaicina, sostanza piccante che innesca un immediato effetto vasodilatatore. La sua versatilità lascia ampio spazio alla creatività: potete preparare degli spaghetti allo scoglio con un pizzico di peperoncino, oppure optare per la classica amatriciana se preferite i piatti a base di carne.

Cosa mangiare a San Valentino

Avocado

Non tutti lo sanno, ma pare che anche l’avocado riservi effetti positivi sulla libido. Vero o falso che sia, rimane un frutto tra i più deliziosi e invitanti, perfetto da utilizzare nella preparazione di sfiziosi manicaretti. Se amate il pesce crudo, potete provare la tartare di salmone con avocado.

Cosa mangiare a San Valentino

Cioccolato

L’ultimo ingrediente afrodisiaco di cui vi parliamo è anche quello più importante: del resto San Valentino è la festa ideale per regalare e regalarsi deliziosi dessert, che siano cioccolatini, muffin, biscotti o pasticcini. In passato si era ipotizzato che la feniletilammina contenuta nel cioccolato fondente stimolasse la sensazione di piacere e libidine, tuttavia recenti studi hanno evidenziato che questa sostanza viene metabolizzata troppo rapidamente affinché possa fare effetto. Dunque è solo un effetto placebo? Può essere, ma noi continuiamo a consigliarvelo, magari sotto forma di un delizioso tortino dal cuore morbido o un cremoso budino.

Cosa mangiare a San Valentino

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche