Crema di cachi e ricotta, la nostra ricetta

Un dessert al cucchiaio dolce e delicato, per allietare le tue cene autunnali.

Per preparare una crema di cachi e ricotta ben fatta è importante prima di tutto chiarire che esistono due diverse varietà di cachi, dalle peculiarità molto diverse. Il primo tipo è il caco Loto di Romagna, che deve essere consumato ben maturo, al culmine della sua morbidezza.

Consumarlo quando ancora acerbo, infatti, significherebbe risentire di tutto il suo potere astringente che risulta molto fastidioso e sgradevole. C’è poi la seconda varietà, il caco mela, più piccolo del Loto di Romagna. Ha delle dimensioni equiparabili a quelle di un pomodoro ed è gradevole al gusto anche quando non è completamente maturo, per cui appare più croccante rispetto all’altra tipologia. Per la crema di cachi si consiglia l’utilizzo del cachi Loto di Romagna.

La sua polpa morbida, dolce e gelatinosa, infatti, garantisce l’ottenimento di un’ottima consistenza della crema.

Crema di cachi e ricotta, preparazione

Molto apprezzato è l’abbinamento della crema di cachi e ricotta con la vaniglia. Ecco come procedere per realizzarla:

  1. per prima cosa si deve prelevare la polpa dai cachi, questa operazione può essere eseguita munendosi di un cucchiaio e scavando l’interno dei cachi con questo, così da raccogliere tutta la polpa presente, eliminando la sottile buccia.
  2. A questo punto si procede frullando la polpa ottenuta, ci si può servire del classico frullatore ma anche di un semplice mini piper ad immersione. Alcuni trasformano la polpa in una purea esercitando della pressione con una forchetta, tuttavia non si riuscirà in questo modo a raggiungere una consistenza gradevolmente cremosa.
  3. Bisogna poi aggiungere un cucchiaio di zucchero a velo, una bacca di vaniglia e 250 grammi di ricotta fresca.
  4. In una ciotola si dovranno versare la ricotta, lo zucchero ed i semi all’interno della bacca mescolando bene così da amalgamare uniformemente tutti gli ingredienti.
  5. A questo punto, nei contenitori monoporzione si alternerà uno strato di crema di cachi con uno di crema di ricotta e vaniglia, dando una nota di croccantezza con gli amaretti o con scaglie di cioccolato fondente.
  6. In questo caso è bene procedere con un riposo in frigorifero per almeno 30 minuti così da far rassodare le due creme che raggiungeranno una consistenza migliore.

ricotta

Crema di cachi e amaretti, ricetta

La ricetta della crema di cachi fornita è quella più semplice e salutare, perché si giova al massimo della polpa del frutto senza aggiunta di altri zuccheri; si tratta, quindi, di un dessert autunnale fit ed adatto anche ai regimi dietetici più severi, contando solo 126 kcal per porzione.

Gli ingredienti per questa preparazione sono davvero pochi, perché nella sua forma più semplice la crema di cachi prevede di adoperare esclusivamente due cachi maturi e degli amaretti (o altre varietà di biscotto) da alternare agli strati di crema.

Queste proporzioni sono adatte per la preparazione della crema per due persone, ovviamente contando un caco a persona sarà possibile preparare la dose che meglio si adatta alle esigenze. Anche gli step preparativi sono elementari:

  1. La preparazione della crema di cachi rimane analoga a quanto descritto precedentemente,
  2. Fatto ciò si potrà versare la crema in bicchierini o contenitori monoporzione, alternando agli strati di crema degli amaretti sbriciolati che ben si sposano con il sapore dolce dei cachi.

amaretti

La crema di cachi è il dessert ideale per il periodo autunnale, perché i cachi iniziano a maturare a settembre e rimangono in circolo fino alla fine del mese di novembre, per cui non c’è niente di meglio che sfruttare la stagionalità di questo frutto succulento per crearne un dessert goloso e dietetico.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Frullato avena, banana e orzo: una colazione super

Dolci con lamponi freschi: 3 golosi dessert

Leggi anche
Contents.media