Ricetta guacamole senza yogurt, come prepararla?

Guacamole senza yogurt, una variante molto comune e apprezzata.

La versione della guacamole senza yogurt è sicuramente una delle ricette più classiche e legate alla tradizione messicana. Una salsa fresca, facile da preparare e che facilmente si abbina ad ogni piatto.

Guacamole storia ed origini

La guacamole è una salsa verde Messicana a base di avocado e dalle origini molto antiche, è certo infatti che risalga al tempo degli Aztechi.

La parola guacamole è un composto di parole spagnoli e nahuatl, AhuacaMolli significa infatti salsa di avocado.

La ricetta tradizionale prevede che la polpa di avocado venga schiacciata con una forchetta, venga aggiunto succo di lime o di limone che serve a preservare il colore verde della salsa, oltre ad insaporire il frutto.

Vengono quindi aggiunti gli altri ingredienti che, a seconda delle varianti, possono essere: tomatillo, peperoncino, pomodori, coriandolo, cipolla, aglio, sale, pepe nero e persino panna acida o maionese nelle versioni statunitensi.

La ricetta originale era molto povera e semplice, avocado, lime e sale, con il tempo e l’influenza di prodotti esteri la salsa si è sempre più arricchita ed è stata esportata anche oltre oceano dove ogni cultura l’ha adattata ai prodotti tipici locali.

In Italia, ad esempio, invece dei tomatillo, molte ricette riportano l’uso dei pomodori. La versione venezuelana, prevede invece che all’avocado venga mescolato dell’aceto, creando così una versione più acida della guacamole.

Per la preparazione tradizionale del guacamole viene anche utilizzato il molcajete, un tipo mortaio con pestello messicano.

La salsa guacamole è una salsa fredda e molto facile da abbinare a tanti tipi di piatti diversi, dalle classiche tortillas ad altri piatti tipici della cucina messicana.

Inoltre, in Italia il sostantivo guacamole viene utilizzato anche al maschile.

Ricetta guacamole senza yogurt

Ingredienti

  • 1 avocado maturo;
  • 1 pomodoro ramato;
  • 10 grammi di succo di lime;
  • 20 grammi di olio extravergine d’oliva;
  • 10 grammi di scalogno;
  • 1 peperoncino verde o rosso;
  • un pizzico di pepe nero;
  • 1 pizzico di sale.

La preparazione della salsa guacamole parte dall’ingrediente base: l’avocado.

Deve essere maturo, quindi morbido al tatto ed il picciolo deve essere scuro e staccarsi facilmente dal frutto.

Preparazione

  1. Tagliare quindi l’avocado a metà nel senso della lunghezza, eliminare il nocciolo presente all’interno e svuotare la polpa dalle due metà della buccia;
  2. Per eliminare la polpa in modo più agevole si possono effettuare dei tagli a mo’ di scacchiera e quindi premere l’esterno della buccia in modo da girare la polpa interna verso l’esterno. Oppure aiutarsi con un cucchiaio per raschiare bene la parete interna della buccia.
  3. Una volta messa la polpa di avocado in una ciotola bisogna versarci sopra il succo di lime, non ne serve molto, eventualmente si può aggiustare prima di servire.
  4. A questo punto aggiungere sale e pepe a piacere e iniziare a schiacciare la polpa dell’avocado con l’aiuto di una forchetta.
  5. Una volta preparata la base si può iniziare con gli altri ingredienti. Mondare e tritare finemente lo scalogno, quindi procedere con il pomodoro che andrà lavato, asciugato e tagliato a piccoli cubetti, stessa cosa per il peperoncino, andrà vuotato dei semini e tagliato a dadini.
  6. E’ arrivato il momento di riprendere in mano la ciotola con la base di avocado, aggiungere gli ingredienti preparati come poco sopra descritto ed infine incorporare anche l’olio.
  7. La salsa guacamole deve risultare cremosa e di un bel verde. Non resta che assaggiarla ed aggiustare di sale e pepe se eventualmente necessario.

Informazioni nutrizionali

La guacamole contiene circa 157 kcal per 100 grammi. Nonostante l’alto contenuto calorico, l’avocado contiene molti grassi insaturi che facilitano l’assorbimento di altri nutrienti, ha un alto contenuto di potassio e magnesio, pari a quasi tre volte quello di una banana, ed è un valido alleato nella regolazione della pressione sanguigna.

L’avocado contiene anche molte fibre solubili e non solubili che permettono di sentirsi sazi più velocemente e stimolano il naturale transito intestinale.

Apporta inoltre una grande quantità di antiossidanti, vitamina A e vitamina E che aiutano a contrastare l’invecchiamento cutaneo e i danni provocati dall’eccessiva esposizione ai raggi solari.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Focaccia genovese con lievito madre: consigli per l’impasto

Giancarlo Morelli, chi è lo chef stellato

Leggi anche
Contents.media