Notizie.it logo

Purè di cavolfiore: ricetta cremosa e leggera

purè di cavolfiore

Cremoso e saporito, il purè di cavolfiore è il perfetto contorno autunnale.

Il cavolfiore è un tipo di verdura molto diffuso ed apprezzato in tutto il mondo, soprattutto durante la stagione invernale. Grazie alle sue numerose proprietà e al suo minimo contenuto calorico, è un alimento sempre presente all’interno di una dieta salutare. Scopri tutti i benefici di questa verdura e come realizzare il purè di cavolfiore.

Benefici del cavolfiore

Tra i principi nutritivi principali troviamo il potassio, calcio, ferro, Vitamina C e fosforo. E’ inoltre famoso per le sue proprietà antiossidanti e depurative, oltre che per controllare i livelli di zucchero nel sangue ed essere quindi consigliato per il diabete.

Secondo recenti ricerche scientifiche, cavolfiore, broccoli e cavoletti di bruxelles sono in grado di contrastare l’azione degenerativa dei radicali liberi, mostrando efficacia nella prevenzione di malattie.

Per cosa si presta

Il cavolfiore è una verdura molto versatile e gustosa in qualsiasi variante sia preparato.

E’ possibile bollirlo, cuocerlo al vapore, nella pentola a pressione o anche farci delle cotolette.

In caso di bollitura, è importante che non si aggiunga troppa acqua poiché moltissimi nutrienti vengono dispersi all’interno di essa. E’ comunque possibile riutilizzarla come acqua per i propri brodi vegetali, in modo tale da non sprecare le preziosi sostanze di questa pianta.

Sono moltissime le idee realizzabili con le cime di cavolfiore: hamburger vegetariani, frittelle, polpette ed anche basi per pizze. E’ possibile mangiarlo anche crudo ma solo dopo una marinazione di qualche ora in aceto o limone.

Tra le tantissime possibilità, il purè è una delle più apprezzate. Esso, infatti, è un ottimo accompagnamento di secondi piatti di carne, soprattutto durante le stagioni fredde come autunno ed inverno. Basta meno di un’ora per realizzare un piatto cremoso ed avvolgente, che conquisterà anche il palato dei più restii alla consumazione di ortaggi, come i bambini.

Purè di cavolfiore, la ricetta

E’ importante acquistare prodotti freschi e di qualità, in questo modo il piatto risulterà ancora più buono!

Ingredienti

Nella scelta degli ingredienti, il fattore più importante da tenere in conto è la qualità degli stessi e quale tipo di sapore si vuole ottenere. E’ possibile infatti scegliere un cavolfiore bianco o un cavolfiore viola, l’importante è che, nel momento dell’acquisto, si verifichi minuziosamente la freschezza di quest’ultimo.

La verdura dev’essere ben chiusa, compatta e senza annerimenti. Questo tipo di pianta è infatti molto sensibile ad una sbagliata e lunga conservazione e tende a deteriorarsi facilmente. Scelto il cavolfiore che più ci soddisfa, passiamo all’elenco vero e proprio.

Per quattro persone:

  • 1,4 kg Cavolfiore;
  • 1 kg Patate;
  • 40 g Grana Padano o Pecorino;
  • 1/2 spicchio d’Aglio;
  • 1 cucchiaio Sale grosso;
  • Olio evo q.b.;
  • Pepe nero fresco q.b.;
  • Acqua q.b.;
  • Noce moscata q.b.;
  • Sale fino q.b..

Preparazione

  1. Il procedimento per la preparazione di questa delicata e squisita ricetta parte dalla pulizia del cavolfiore. Eliminare le foglie esterne della verdura e rimuovere il torsolo per favorire lo staccamento delle cime. Successivamente, procedere con il lavaggio sotto l’acqua corrente.
  2. Preparare due pentole e versare un filo d’olio ed una parte di aglio uguale in entrambe. Far rosolare a fuoco dolce per una trentina di secondi, poi inserire le patate tagliate a quarti in una pentola e le cime di cavolfiore nell’altra.
  3. Aggiungere l’acqua fino ad arrivare a livello delle verdure ed aggiustare di sale, poi far bollire fino a quando non saranno morbide.
  4. Dopo circa 40 minuti, unire il contenuto delle due pentole ed azionare il mixer ad immersione per creare un’emulsione omogenea.
  5. Assaggiare ed aggiustare di sale e pepe e grattuggiare la noce moscata, far mantecare per qualche minuto per rendere il composto più compatto.
  6. Successivamente, trasferire il contenuto all’interno di una terrina e gratinare con grana padano o pecorino per un sapore più intenso e per formare quella deliziosa crosticina.
  7. Il forno dev’essere impostato sulla modalità grill a circa 230° per circa 5 minuti, in base alla potenza e grandezza del vostro forno. Indicativamente, il purè dev’essere leggermente dorato ma non troppo marrone.
    Questo piatto va servito caldo o tiepido ed è possibile conservarlo in frigorifero per uno o due giorni, coperto da una pellicola trasparente.

ingredienti purè di cavolfiore

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000

Leggi anche