Notizie.it logo

Ricetta tagliatelle al tartufo nero fresco: un primo gustoso

Ricetta tagliatelle al tartufo nero fresco

Il tartufo nero si può trovare in commercio in diverse stagioni dell’anno, a seconda della specie ricercata. In genere, il tartufo estivo si può trovare tra la primavera e l’estate mentre il tartufo nero pregiato, quello invernale e quello uncinato si possono acquistare freschi tra l’autunno e l’inverno. Oggi il tartufo nero è un alimento molto ricercato e diffuso in cucina in quanto permette di ottenere piatti gustosi e dal sapore particolare. Una soluzione sfiziosa per utilizzarlo in cucina sicuramente è la ricetta tagliatelle al tartufo nero fresco.

Caratteristiche tartufo nero

Il tartufo nero è facilmente deperibile e delicato e per questo è importante saperlo pulire in modo adeguato, oltre a saperlo utilizzare in cucina. Una volta raccolto o acquistato non va pulito immediatamente se si desidera conservarlo per un periodo più lungo in quanto la sua corazza, chiamata peridio, possiede un leggero strato di terra ideale per proteggerlo dall’invasione di parassiti.

Prima del consumo è bene dunque avvolgerlo nella carta da cucina dentro un contenitore di vetro e riporlo in frigo per un massimo di 3 giorni.

Prima di cucinarlo occorre procedere con la pulizia e bisogna dotarsi di uno spazzolino per eliminare i residui di terra e di un coltello per rimuovere le particelle più difficili da eliminare. Nel caso in cui il tartufo si presenti molto sporco può essere immerso per un massimo di un minuto in acqua fredda ma occorre asciugarlo bene prima di utilizzare lo spazzolino.

tagliatelle tartufo

Le tagliatelle al tartufo nero fresco

Il tartufo nero si presta a varie ricette in cucina. Una delle più diffuse è la ricetta tagliatelle al tartufo nero fresco. Il procedimento è facile e veloce, adatto anche ai meno esperti.

Gli ingredienti da utilizzare per un massimo di 4 persone comprendono:

  • 120 gr di tartufo nero
  • 600 gr di tagliatelle all’uovo
  • Olio
  • 1 spicchio d’aglio
  • Sale

Si comincia mettendo sul fuoco la pentola d’acqua per la cottura della pasta e nel frattempo si procede con la pulizia accurata del tartufo. Il fungo va tagliato a julienne, accertandosi di lasciare qualche fetta in più per la decorazione finale del piatto.

L’olio e l’aglio vanno soffritti in una padella fino ad ottenere una leggera doratura e si procede poi con la rimozione dell’aglio. Il tartufo deve essere aggiunto all’olio in padella insieme a un pò di sale e il tutto va lasciato insaporire a fiamma bassa per alcuni secondi.

Le tagliatelle devono essere cotte al dente e unite al contenuto in padella insieme a un mestolo di acqua di cottura. Dopo aver saltato in padella tutti gli ingredienti per qualche secondo il piatto è pronto per essere servito insieme alle fette di tartufo messe da parte per decoro. Il tempo di preparazione totale è di circa 20 minuti e può essere aggiunta a scelta della salsa che non contenga troppe spezie in modo tale da non coprire il sapore del tartufo.

tagliatelle tartufo

Un consiglio è quello di far soffriggere l’aglio lasciandolo avvolto dalla sua buccia naturale in modo che possa sprigionare un’aroma più delicata e meno intensa, mentre se si sceglie di privarlo della pelle è sempre meglio rimuovere il germoglio interno per via del suo sapore molto forte. Le tagliatelle al tartufo nero sono un ottimo piatto da servire ai propri ospiti per un occasione speciale ma si adattano anche a un pranzo o a una cena normale in famiglia in quanto prevedono una preparazione rapida che non richiede grandi competenze in cucina. È importante scegliere sempre ingredienti di qualità e non condire troppo il piatto in modo da poter assaporare tutto il gusto offerto dal tartufo fresco.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300

Leggi anche