Alain Ducasse, chi è lo chef di Parigi

Alain Ducasse è uno Chef ed imprenditore di origini francesi. Scopriamo insieme la filosofia della sua cucina.

Lo chef francese Alain Ducasse vanta una carriera di tutto rispetto e clienti importanti del calibro del Principe Alberto di Monaco. Dotato di un indiscutibile talento ed un grande senso per gli affari, Ducasse è direttore generale e CEO della “Ducasse Paris” e si è reso meritevole di possedere tre stelle Michelin.

Lo Chef è nativo della campagna delle Landes, nel dipartimento della Nuova Aquitania. Negli anni della gioventù è stato allievo di grandi maestri della cucina di Provenza, tra questi Roger Vergé che gli ha trasmesso la sua predilezione per l’olio d’oliva.

La filosofia di Alain Ducasse

Complici le sue origini, lo chef Alain Ducasse ha mantenuto la tendenza al rispetto delle caratteristiche originarie degli ingredienti. Per questo il suo motto è: “À l’origine le goût “.

Da perfetto stratega sa benissimo che un’impeccabile riuscita del servizio è la conseguenza diretta di un ottimo rapporto con tutte le persone che ne concorrono al successo. Cuochi, addetti sala, fornitori e produttori non sono solo collaboratori ma soprattutto risorse che mirano alla valorizzazione del luogo.

La filosofia di Alain Ducasse e del suo entourage traspare perfino dall’apparente semplicità di una composizione di ortaggi bolliti, dai colori nitidi e brillanti da presentare con cura in un piccolo ed elegante recipiente di porcellana bianca.

Il forte legame con la terra influenza anche la scelta dei vini, che non è secondaria ma complementare a quella dei cibi. In sintonia con i ritmi della stagionalità, Ducasse si approvvigiona da chi pratica una pesca eco-sostenibile e da contadini che seguono i ritmi della natura. La decisione permette di garantire il rispetto degli ingredienti.

la carriera

Alain Ducasse in stretta collaborazione con l’Agenzia Spaziale Europea ha contribuito a studiare e sviluppare un regime alimentare consono agli astronauti.

Come ospite d’eccezione ha preso parte ad alcune puntate della trasmissione Masterchef, sia in Italia sia negli Stati Uniti.

Come insegnante tiene corsi per aspiranti chef. Nelle sue lezioni incoraggia i principi del mangiare bene e provvede all’insegnamento delle tecniche di lavorazione dei prodotti e dei criteri di scelta degli ingredienti. Offre inoltre formazione in rami collaterali ed altrettanto importanti della ristorazione, come la pubblicità, i rapporti con i fornitori, il disbrigo delle pratiche burocratiche, etc…

Infine porta avanti diverse iniziative tra cui il progetto “Femmes en avvenir” che favorisce l’inserimento delle donne in campo eno-gastronomico. L’obiettivo è che chiunque possa, a seguito di impegno e costanza, raggiungere i più alti livelli di realizzazione.

I locali

Alain Ducasse possiede diversi ristoranti nel mondo, nei quali fa sentire la sua presenza ed il suo supporto con visite periodiche. Tra i numerosi locali meritano di essere ricordati l’ “Alain Ducasse” a Parigi, il suggestivo “Jules Verne” sulla Torre Eiffel ed il ristorante “Le Louis XV” a Monaco. Lo chef è talmente apprezzato da aver meritato la cittadinanza nel principato.

Tra i locali più eclettici ricordiamo il “Ducasse sur Seine”. Si tratta di un battello-ristorante, opportunamente attrezzato e con arredi provenienti da Firenze. Il luogo offre un’esperienza alternativa, mantenendo gli standard del marchio.

Per appagare il desiderio di lusso la catena offre perfino la possibilità di entrare in ambienti maestosi e luccicanti di cristalli che ricordano la reggia di Versailles, come “Le Meurice Alain Ducasse”. E proprio qui, nella famosa reggia nata dai sogni di Luigi XIV ha sede la più grande creatura di Alain Ducasse, “Ore”. È nota anche la presenza di cioccolaterie e di caffè che portano il suo nome.

Scritto da Redazione Food Blog
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cialda barese, la ricetta e gli ingredienti

Claudio Sadler, chi è Lo Chef dei Navigli di Milano

Leggi anche
Contents.media