Notizie.it logo

Ansia da lavoro, cosa bere per rilassarsi

ansia da lavoro

I rimedi naturali possono essere d'aiuto in caso di stress e ansia da lavoro.

Il lavoro può rendere la vita davvero complicata, soprattutto quando si accavallano diversi compiti da svolgere. Purtroppo, non possiamo evitare che questo accada, ma possiamo evitare che l’ansia e il nervosismo prendano il sopravvento e ci facciano lavorare male. Per fare in modo che l’ansia non sia parte integrante della nostra vita, possiamo utilizare alcuni rimedi naturali che servono a placarla, a farci rilassare, ma soprattutto a ristabilire un equilibrio tra psiche e corpo. Scopri cosa bere per combattere l’ansia da lavoro.

Erbe e tisane contro l’ansia da lavoro

Sono diverse le erbe da poter assumere e utilizzare nelle tisane per affrontare l’ansia da lavoro. L’unica indicazione è quella di non mischiarle, se non su indicazione precisa di qualche esperto. Questo, per evitare che gli effetti positivi possano invece andare in contrasto tra loro, e crearne di negativi.

Per cominciare, un’erba da sempre alleata del nostro organismo è la malva che ha un effetto totalizzante e rilassante. Ottima in ogni occasione.

Per sconfiggere l’attacco d’ansia e avere un effetto immediato, la più consigliata è la passiflora, mentre se si cerca un effetto che duri nel tempo e concili il sonno, la più indicata è il tiglio.

A seguire, abbiamo la valeriana che ha delle proprietà benefiche che riducono il nervosismo e di conseguenza anche l’ansia che ne deriva.

La melissa, invece, oltre ad essere un buon rimedio per la stessa ansia, aiuta a ripristinare l’equilibrio intestinale, particolarmente indicata per chi subisce l’effetto negativo fisicamente sullo stomaco.

Lavanda e biancospino, invece, sono un ottimo tandem per chi ha conseguenze come il mal di testa e soffre di palpitazioni nervose.

Inoltre, bisogna stare molto attenti se insieme a tali tisane si assumono dei farmaci. Meglio chiedere consiglio al nostro medico curante per evitare spiacevoli conseguenze e non prendere medicinali che possano andare in conflitto con queste erbe.

Per evitarlo, dunque, basta chiedere consiglio al proprio medico e farsi dire con assoluta certezza quali erbe e tisane assumere che non vadano in conflitto con un’eventuale terapia farmaceutica che si sta adoperando.

Cioccolata calda e camomilla

Come risaputo, la camomilla è un ottimo rimedio per qualsiasi cosa, e che va sempre bene per rilassarsi ed evitare che il nervosismo prenda il sopravvento.

La si può assumere sempre e comunque, magari evitando di prenderla quando bisogna essere particolarmente attivi o in piena fase lavorativa perché tende a conciliare il sonno e, per così dire, a disinnescarsi.

Un altro buon alleato rimane la cioccolata calda. Meglio se nel periodo invernale, ovviamente, la cioccolata se assunta con intelligenza e parsimonia può aiutare di molto a rilassarsi, soprattutto se la si abbina ad una passeggiata tranquilla e a due chiacchiere in buona compagnia.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000

Leggi anche