Castagne al liquore ricetta: ingredienti e preparazione

| |

Scalda le serate autunnali con la ricetta delle castagne al liquore.

Al sopraggiungere della stagione autunnale, nel momento in cui le calde temperature estive iniziano a scendere per fare posto ai maglioncini, corrisponde l’arrivo delle castagne.
La castagna è il frutto di un albero che cresce per lo più nei boschi ed è ricco di carboidrati complessi esattamente come i cereali, tanto da rappresentare la principale fonte alimentare nel passato perché molto nutriente.
Questo frutto può definirsi come naturale in quanto, essendo avvolto in un guscio, il riccio, è protetto da qualsiasi agente chimico rendendo la castagna assolutamente biologica.

Ci sono davvero moltissime possibilità per consumare le castagne: lessate, arrostite, utilizzate nella preparazione di un risotto, ricoperte di morbida glassa, sono perfette per la preparazione di dolci o anche di piatti salati. Una di queste preparazioni, che permette di gustare il loro sapore più a lungo, è quella di utilizzarle nella ricette delle castagne al liquore.

Castagne al liquore ricetta: ingredienti

Per 2 vasetti da 500 ml

  • 1,2 kg di castagne;
  • 500 g di zucchero;
  • 500 ml di acqua;
  • 100 ml di liquore dolce (rum, Kirsch o altro);
  • scorza di mezzo limone;
  • 1 baccello di vaniglia.

castagne al liquore

Per preparare le castagne al liquore conviene sistemare tutti gli ingredienti già dosati sul piano di lavoro, in modo tale da facilitarsi l’operazione.
Inoltre è utile preparare già gli utensili adatti per la preparazione, ovvero:

  • bilancia;
  • pela patate;
  • coltello piccolo;
  • tagliere;
  • una pentola grande abbastanza per la cottura delle castagne;
  • un altro pentolino per preparare lo sciroppo;
  • delle ciotoline; un cucchiaio di legno;
  • alcuni vasetti di vetro per la conservazione del prodotto finito.

Castagne al liquore ricetta: preparazione

Le castagne sciroppate al liquore si preparano ovviamente in autunno, quando c’è appunto abbondanza di questi frutti freschi, per poi poterle gustare anche nei mesi successivi.
Perfette come dessert a fine pasto, sono ottime anche per impreziosire un dolce o sul gelato.
Prepararle è davvero semplice, serve solo un po’ di pazienza nel momento in cui si devono sbucciare le castagne.

Prima di tutto, sarà opportuno sterilizzare i barattoli utilizzando una pentola grande in cui immergerli. Dopo averli lavati accuratamente sotto l’acqua corrente, posizionarli aperti dentro una pentola molto grande, riempirla di acqua fredda e posizionarla sul fornello. Per sterilizzarli, sarà necessario lasciarli immersi nell’acqua che è arrivata a bollore per una ventina di minuti.

Successivamente, prendere i barattoli dalla pentola ed eventuali tappi e/o guarnizioni e lasciarli scolare capovolti su uno strofinaccio; dopo girare i vasetti per far evaporare l’acqua rimasta al loro interno. Ora si può procedere alla preparazione delle castagne al liquore.

  1. Per prima cosa, sarà necessario lavare accuratamente il mezzo limone e con un pela patate ricavandone la scorza, prestando attenzione che sia solo la parte gialla in quanto quella bianca è molto amara. Dopodiché bisognerà incidere il baccello di vaniglia nel verso della lunghezza.
  2. Versare in un pentolino lo zucchero e l’acqua per preparare lo sciroppo unendo il baccello di vaniglia e la metà delle bucce di limone già pelate. Posizionare la pentola sul fuoco e portare ad ebollizione a fuoco medio avendo cura di mescolare continuamente.
  3. Dal momento in cui inizia a formare delle bolle, lasciare sul fuoco per altri cinque minuti continuando a mescolare senza interrompere. Spegnere il fuoco, lasciare raffreddare, aggiungere il rum o liquore che sia e mescolare. Lo sciroppo è pronto.
  4. Far sbollentare le castagne per due o tre minuti, poi inciderle e, una volta scolate, sbucciarle ancora calde avendo cura di non romperle. Posizionare le castagne nei vasetti sterilizzati, ma senza schiacciarle e versare all’interno lo sciroppo al rum e le scorzette al limone avanzate insieme ad un pezzo di baccello di vaniglia.
  5. Una volta chiusi, i vasetti dovranno riposare per circa un mese in un luogo buio prima di essere consumati.
    Le castagne così confezionate possono essere consumate anche dopo sei o sette mesi.

Castagne al liquore ricetta

Scrivi un commento

1000

Come sciogliere il cioccolato bianco per decorare: la guida completa

Vino per accompagnare le ostriche: tanti consigli

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.