Notizie.it logo

Centrifugati energetici: 5 ricette per ridarsi la carica

centrifugati energetici

Centrifugati energetici: frutta, verdura e tanta carica.

I centrifugati sono ottimi e indispensabili per fare il pieno di energie ed affrontare la giornata la meglio. Pur essendoci altri modi per acquisire energia attraverso il cibo, come ad esempio la più comune cioccolata, i centrifugati energetici sono completi perché apportano al nostro organismo altri elementi che fanno solo bene, e oltre a rimetterci in forze, aiutano di gran lunga l’equilibrio interiore. Frutta e verdura sono alla base di tutto, e se abbinati bene possono davvero offrici delle sostanze che difficilmente troviamo acquisendo altri elementi.

A differenze degli estratti, i centrifugati sono più gustosi e piacevoli da bere, ma non per questo possono essere considerati pessimi o peggiori dell’estratto. Per così dire sono diversi e ognuno di loro apporta i propri benefici. I centrifugati, ad esempio, sono più indicati per ricostituirsi e rigenerarsi, per fare il carico di energie e sono un rimedio naturale contro la stanchezza e l’affaticamento, e senza alcuna conseguenza spiacevole.

I 5 migliori centrifugati energetici

Di seguito andremo a conoscere i cinque centrifugati ottimi da gustare e per fare il pieno di energie.

Energy al peperoncino

Il primo è chiamato “energy al peperoncino”.

Ne basta una punta e non bisogna esagerare, ma il peperoncino è un ottimo antiossidante, aiuta la digestione e le vie respiratorie e inoltre è anche un afrodisiaco.

Per comporre questo centrifugato basteranno:

  • un pizzico di zenzero;
  • mezza fetta di anguria;
  • mezzo cetriolo per completare il tutto.

Una volta toccato zenzero e peperoncino, lavarsi subito le mani per evitare il contatto con queste e scaturire possibili irritazioni.

energy al peperoncino

Centrifugato ACE

Il secondo centrifugato è un classico, ma anche un sempreverde, ovvero l’energizzante ACE. Ricchissimo di vitamine, questo composto ha un gusto eccellente, ma soprattutto ha tutte le componenti necessarie per fare il carico di energie con la giusta dose di semplicità.

Gli ingredienti li conoscete già:

  • limone;
  • carota;
  • arancia.

Ma proprio su quest’ultima vi consigliamo di utilizzare le arance rosse, in quanto più succose e più, per così dire, opportuni per questo tipo di centrifugato. Ciò non toglie che vanno bene anche altri tipi di arance, avendo comunque lo stesso risultato sperato.

centrifugato ace

Centrifugato di pompelmo

Come altra scelta per una doppia carica, consigliamo il centrifugato al pompelmo. Aggiungere:

  • limone;
  • pompelmo senza buccia;
  • un pizzico di zenzero.
  • Non buttare le bucce perché possono essere utilizzate in altra maniera.

Questa particolare centrifuga permette di assumere diverse sostanze nutrienti, e aiuta molto a combattere il gonfiore e la ritenzione idrica. Molto indicata per gli sportivi che hanno bisogno di fare il pieno di energie rapidamente e di sentirsi subito al pieno delle loro forze.

centrifugato limone pompelmo

Centrifugato di finocchi

Altra centrifuga da tenere in considerazione è quella al finocchio. Abbinarla con:

  • finocchio
  • mezzo cetriolo;
  • una mela per aggiustare il sapore.

Questa centrifuga è l’ideale per fare il carico di energie, e assorbire anche le proprietà benefiche del finocchio. Inoltre, rispetto alle altre è particolarmente indicata per chi sta facendo una dieta priva di zuccheri, in quanto questo composto ha una percentuale bassissima di fruttosio.

Infine, ma non meno importante consigliamo il centrifugato a base kiwi. Più zuccherato rispetto ad altri, ma sicuramente più gustoso e nutriente. Il kiwi ha diverse proprietà benefiche e non serve soltanto per dare al nostro organismo un apporto di energie davvero notevole, ma anche per avere elementi antiossidanti che possano aiutare il nostro corpo ad assorbire meglio la fatica e ad affrontarla con tutte le nostre forze.

Abbinare il kiwi, sbucciato, con mezzo limone, sempre senza buccia, e all’occorrenza un pelino di zenzero come ciliegina sulla torta.

© Riproduzione riservata
Leggi anche