Come conservare la passata pomodoro: metodi efficaci

Come conservare la passata di pomodoro fatta in casa e far sì che non vada a male durante l'inverno? Tecniche e consigli efficaci.

Preparare in casa la passata di pomodoro è una tradizione che ancora persiste specialmente nel Centro e Sud Italia, grazie al clima caldo che consente una proficua coltivazione dei pomodori da salsa, come il dolcissimo Pomodoro San Marzano DOP, che matura sotto al sole della Campania.

Di quella che un tempo era una mera necessità, oggi è rimasto il piacere di perseguire un’antica usanza che non di rado coinvolge l’intera famiglia, in un rituale conviviale in cui tutti hanno il proprio ruolo nella catena d’ingranaggio che va dalla pulitura dei pomodori, alla successiva cottura e all’imbottigliamento. Come conservare la passata di pomodoro affinché duri a lungo? Ecco i migliori metodi che garantiscono una conservazione ottimale della salsa durante tutto l’inverno.

Conservare la passata di pomodoro in freezer

Se avete preparato solo alcuni vasetti di passata di pomodoro e cercate una soluzione semplice e veloce per conservarla, potete prendere in considerazione l’idea di congelarla. In freezer la salsa di pomodoro fresco si mantiene in buono stato fino a 4 mesi, anche se più passa il tempo e più si perde il sapore originario. In ogni caso, se non volete destreggiarvi tra vasi, vasetti e bottiglie da sterilizzare, il congelamento è un metodo garantito e per attuarlo è sufficiente dotarsi di barattoli a chiusura ermetica.

Conservare la passata di pomodoro sottovuoto

Il metodo migliore per preservare il sapore e il profumo della passata di pomodoro è sicuramente il sottovuoto. Le bottiglie e i barattoli di conserva possono essere riposti in dispensa e garantiscono una scorta annuale di salsa, da utilizzare all’occorrenza fino all’estate successiva e regalare nelle ricorrenze speciali (uno o più vasetti nel cesto natalizio sono sempre graditi).

Per conservarla sottovuoto, sterilizzate le bottiglie o i vasetti facendoli bollire in abbondante acqua per 15 minuti, dopodiché asciugateli accuratamente (per eliminare ogni residuo di umidità vi consigliamo di metterli in forno a 100° per alcuni minuti) e riempiteli con la passata di pomodoro ancora calda.

Sigillateli subito con i rispettivi tappi o coperchi monouso sterilizzati e perfettamente asciutti. Procedete alla pastorizzazione facendo bollire nuovamente i vasetti all’interno di una pentola capiente colma l’acqua per circa 40 minuti. Lasciateli raffreddare completamente all’interno della pentola, verificate che si sia formato il sottovuoto e conservateli in dispensa.

Conservare la passata di pomodoro in frigorifero

Può capitare di voler preparare una veloce passata di pomodoro per una sola occasione o al massimo in porzione doppia. Cosa fare se la si prepara in anticipo? Naturalmente l’opzione migliore è quella di conservarla in frigorifero, all’interno di uno o più contenitori a chiusura ermetica. Lo stesso vale per la passata di pomodoro precedentemente congelata o conservata sottovuoto: quella che avanza riponetela in frigo e consumatela entro 2-3 giorni.

Scritto da Angelica Mocco
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ciambella morbida alla zucca: ricetta golosa e autunnale

Quali sono le migliori bottiglie di vino su cui investire?

Leggi anche
Contentsads.com