Fesa di tacchino in gravidanza si può mangiare?

Tutte le risposte a proposito della fesa di tacchino in gravidanza: si può mangiare o è da evitare?

Non è facile individuare quali sono tutti i cibi da evitare quando si aspetta un bambino, ad esempio, non è molto chiaro se la fesa di tacchino in gravidanza si può mangiare. Ma vediamo di capirne di più e scoprire se è un alimento sconsigliato in questo momento così particolare.

Fesa di tacchino in gravidanza: si può mangiare?

Durante la gravidanza sono tanti gli alimenti da evitare, soprattutto per salvaguardare la salute del bambino che si aspetta. Infatti, sono tanti i cibi potenzialmente dannosi.

È risaputo che bisogna fare molta attenzione al consumo di alcune categorie di alimenti durante la gravidanza, come formaggi e salumi, e che i cibi crudi sono da evitare, come la carne poco cotta.

Per capire se un alimento è sconsigliabile o meno durante la gravidanza è necessario conoscerne le caratteristiche e le proprietà. Vediamo, quindi, cosa bisogna sapere a proposito della fesa di tacchino.

fesa

Valori nutrizionali

Il petto di tacchino affettato o l’insaccato della fesa di tacchino è un salume molto amato. Questo alimento si può trovare anche come tacchino cotto o arrosto di tacchino. Si tratta di un alimento non grasso e sempre molto consigliato nelle diete ipocaloriche.

Infatti, i valori nutrizionali della fesa di tacchino sono, in media, per 100 grammi:

  • 0% carboidrati
  • 95% proteine
  • 5% grassi

Un cibo, quindi, ideale per chi sta attento alla linea, ma anche per chi ne apprezza semplicemente il gusto. Ma è indicato per le donne in gravidanza?

Fesa e gravidanza: le risposte

Oltre agli alimenti che potrebbero incidere sulla salute del bambino, durante i mesi di gravidanza è anche importante che non si assuma troppo peso. Per tale motivo, infatti, in genere vengono raccomandati pasti leggeri e sani durante la gravidanza.

Infatti, spesso viene sconsigliato il consumo di carne, pesce crudi, salumi come prosciutto crudo, speck, bresaola, pancetta, lardo, capocollo, carne salada e carne secca.

Tuttavia, possono essere assunti salumi cotti come il prosciutto cotto e la mortadella.

Per quanto concerne la fesa di tacchino, a conclusione di questa riflessione possiamo dire che è uno dei salumi che possono essere gustati con tranquillità anche durante la gravidanza.

Questo perché è un salume che non incide sulla linea ma che, al contrario, abbinato ad una dieta bilanciata rappresentano un connubio perfetto. Infatti, nella fesa di tacchino i valori nutrizionali sono molto salutari e ottimi per la salute della mamma e del bambino.

Infine, bisogna comunque dire che come qualsiasi alimento, non bisogna abusarne ma rispettare le dosi giornaliere consigliate.

Scritto da Ilenia Albanese

Scrivi un commento

1000

Carciofi ripieni al forno con patate: ricetta e consigli

Dolmades greci: ricetta, storia e consigli

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.