Notizie.it logo

Fesa di tacchino in gravidanza si può mangiare?

fesa di tacchino in gravidanza

Voglia di salumi nella dolce attesa: cosa è vietato e cosa no? la fesa di tacchino in gravidanza si può mangiare? è un salume crudo o cotto?

I nove mesi di gravidanza sono mesi impegnativi: il corpo della donna deve adattarsi alla nuova condizione premurandosi di farlo nel migliore dei modi per accogliere e far crescere un essere umano dentro di sé, ma anche la futura mamma deve impegnarsi a questo, facendo scelte, avendo cura si sé anche e soprattutto attraverso l’alimentazione.

Ciò che si mangia o si elimina dalla propria dieta è molto importante per il benessere della donna e del bambino che porta in grembo.

A parte i casi specifici in cui è consigliato dal medico l’inserimento o l’eliminazione di particolari cibi nella dieta della donna, in generale la futura mamma deve prestare attenzione a seguire una dieta ricca, varia, qualitativamente valida, senza mangiare per due, ma mangiando bene e sano.

La dieta mediterranea rispecchia già di per sé queste qualità, essa comprende carboidrati con pasta e riso, il consumo di verdura e frutta, ma anche di carne, legumi e qualche volta a settimana anche salumi.

Alcuni di questi alimenti però richiedono in particolare l’attenzione della donna in gravidanza.

Frutta e verdura, ad esempio, possono essere consumate senza particolari problemi cotte, ma richiedono grande attenzione al loro consumo da crude poiché stando a contatto con il terreno nel quale crescono posso essere portatrici di un’infezione piuttosto pericolosa per il feto, la toxoplasmosi.

Per questo è regola lavare accuratamente frutta e verdura e disinfettarle con sostanze naturali, come il bicarbonato.

La toxoplasmosi però non si contrae solo mangiando frutta o verdura crude, anche i salumi crudi oppure la carne e il pesce ne sono “portatori”.

Dunque è bene evitare in gravidanza il consumo di carne, pesce crudi, salumi come prosciutto crudo, speck, bresaola, pancetta, lardo, capocollo, carne salada, carne secca.

Via libera, invece, ai salumi cotti come il prosciutto cotto, la mortadella, la fesa di tacchino.

Leggi: Mortadella in gravidanza si può mangiare?

La fesa di tacchino in gravidanza non solo si può mangiare, ma è anche uno dei salumi cotti indicato nella dieta della donna in dolce attesa perché leggero, nutriente, con poche calorie e altamente digeribile.

I salumi cotti si possono mangiare in gravidanza perché il procedimento di cottura che subiscono permette di eliminare completamente tutti i batteri e gli agenti patogeni responsabili di possibili infezioni nocive alla mamma e al bambino, come la toxoplasmosi.

Leggi anche: Speck cotto in gravidanza si può mangiare?

Particolare attenzione va rivolta anche ad altri alimenti, come le fragole, che oltre a trasmettere toxoplasmosi se non accuratamente lavate (come ogni frutta), possono provocare allergie nei soggetti predisposti.

Leggi: Fragole in gravidanza si possono mangiare?

I dolci debbono essere scelti con attenzione: no a quelli crudi fatti con uova o creme, si ai dolci alla frutta o allo yogurt.

Leggi: Quali dolci mangiare in gravidanza?

Anche i funghi dovrebbero essere evitati nei nove mesi di gravidanza e nei successivi di allattamento, esistono infatti pareri contrastanti che non danno sicurezza circa il loro consumo.

Leggi: Funghi in gravidanza si o no?

Infine, attenzione anche a cosa si beve: niente alcolici, bevande gassate o eccessivamente zuccherose, buonsenso e moderazione per le tisane serale.

Leggi: Camomilla in gravidanza si o no?Tè verde in gravidanza si o no?

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
  • Cachi ricette bimby: 10 ricetteCachi ricette Bimby: 10 ricette

    Argomenti trattati23Cachi ricette BimbyTorta cachi e cacao con BimbyIngredientiProcedimentoMarmellata di cachi con BimbyIngredientiProcedimentoTorta di cachi con BimbyIngredientiProcedimentoBiscotti di cachi con