Manna delle Madonie: cos’è? Tutte le informazioni

Cos'è la Manna delle Madonie, prodotto molto conosciuto e utilizzato soprattutto in Sicilia.

Cos’è la Manna delle Madonie, il famoso prodotto proveniente dalle terre siciliane? Scopriamo quali sono le sue proprietà e perché è così prezioso questo alimento.

Manna delle Madonie: cos’è?

Parliamo di un alimento della tradizione siciliana. Questo viene prodotto solamente in una zona limitata di circa 250 ettari all’interno del Parco delle Madonie, tra i comuni di Pollina e Castelbuono, in provincia di Palermo.

Altro non è, quindi, che la linfa di frassino solidificata.

Un alimento ricco di zuccheri, la Manna è molto impiegata in pasticceria e di recentemente è stato introdotto l’uso anche nel settore della cosmesi naturale.

Viene utilizzata e consumata soprattutto per i benefici che porta alla digestione e alla salute. Scopriamo, quindi, quali sono le sue proprietà, come si consuma, e come viene prodotta.

Manna delle Madonie

Come viene prodotta

La Manna si ottiene grazie a frassini che si trovano in terreni scoscesi e aridi, tipici dell’entroterra palermitano. I frassini, per produrre una buona quantità e qualità di linfa, devono subire potature e vegetare su terreni ricchi di azoto. Infatti, per tale motivo ai piedi del Fraxinus angustifolia vengono coltivate le fave.

Elemento essenziale per la formazione della manna è il caldo sole siciliano che durante la calda stagione porta le temperature intorno ai 40 °C.

L’estrazione della manna delle Madonie è una pratica antica che consiste nell’incisione del tronco con un mannaruolo e si lascia colare all’esterno la linfa. Per guidarne la fuoriuscita viene utilizzato un filo di nylon ancorato al foro. La linfa, si solidifica lungo il filo di nylon, dando vita ai cosiddetti cannoli di manna. Le incisioni vengono effettuate da sapienti contadini nei mesi di luglio, agosto e settembre.

Proprietà benefiche

Oggi la manna viene spesso consumata come digestivo o per il piacere del palato. Tuttavia, in passato, il suo consumo era legato soprattutto alle sue proprietà.

Si tratta, infatti, di un antico rimedio naturale per calmare le coliche dei neonati. Si può mangiare al naturale o sciolta in piccole quantità di acqua o latte e usata così come blando lassativo naturale. Tra le sue proprietà annoveriamo quelle energizzanti, depurative e rinfrescanti.

In cucina può essere aggiunta all’impasto del pane per facilitarne la lievitazione e rendere il prodotto finito più soffice e digeribile.

Questo particolare alimento veniva un tempo chiamata miele di rugiada proprio per il suo sapore dolce e per il suo aspetto nel momento dell’estrazione.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Chutney di cipolle rosse, peperoni e mele: ricetta ricca di gusto

Rustici leccesi: la ricetta originale per l’aperitivo

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.