Notizie.it logo

Ricetta pizza Margherita, come prepararla a casa

ricetta pizza margherita

Pizza Margherita, simbolo dell'Italia!

La pizza Margherita è quel simbolo della tradizione culinaria napoletana che ha partecipato a rendere la cucina italiana fra le più amate e rispettate a livello internazionale. Gli ingredienti per cucinare questa classica e intramontabile prelibatezza sono davvero semplici, economici e facilmente reperibili, ossia farina, acqua, lievito, pomodoro, basilico e mozzarella. A tal proposito per tutti i cuochi casalinghi esperti o inesperti che siano ecco presentati nei prossimi paragrafi i necessari passaggi, ingredienti e consigli per realizzare la ricetta pizza Margherita, come prepararla a casa!

Ricetta pizza Margherita

Ingredienti per l’impasto

Quali sono gli ingredienti per realizzare la ricetta pizza margherita a casa propria?

Per preparare a casa propria la pizza margherita occorre pesare i seguenti ingredienti per realizzare l’impasto:

  • 800 grammi di farina di frumento tipo 0;
  • 2 cubetti di lievito di birra fresco da 25 grammi l’uno;
  • 4 cucchiaini di zucchero semolato (20 grammi totali);
  • 2 cucchiaini di sale marino fino;
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • 450 millilitri di acqua tiepida.

Ingredienti per condire

Mentre per condire la pizza margherita casalinga bisogna acquistare gli ingredienti qui di seguito elencati:

  • 800 grammi di pomodori pelati;
  • 600 grammi di mozzarella comune o di bufala;
  • qualche foglia di basilico fresco;
  • 8 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • sale marino fino quanto basta.

Preparazione

  1. Anzitutto per realizzare la ricetta pizza margherita, come prepararla a casa, bisogna disporre la farina tipo 0 a fontana su di un piano di lavoro, ad esempio una spianatoia di legno, una terrina larga o un tavolo sgombro, farvi un piccolo buco centrale in cima e versarvi dentro il lievito di birra fresco sciolto e fatto schiumare in poca acqua calda zuccherata.
  2. Inoltre, è necessario aggiungere alla farina 0 anche lo zucchero semolato, il sale marino fino, l’olio extravergine d’oliva e infine l’acqua tiepida avendo l’accortezza di farlo lentamente mescolando con una spatola di legno perché possa essere assorbita in modo equilibrato.
  3. A questo punto dopo aver amalgamato il composto con la spatola occorre lavorarlo con le mani infarinate sul piano di lavoro sino a ottenere un impasto liscio, elastico e piuttosto morbido.

    Al riguardo è opportuno manipolare la pasta, in particolare schiacciandola con i pugni, allargandola e ripiegandola più volte su se stessa, per almeno 10 minuti.

  4. Poi bisogna dare all’impasto la forma di una palla che deve essere ben infarinata, coperta con uno straccio umido e posta a lievitare in un luogo abbastanza caldo e privo di correnti d’aria per un tempo di circa 1 ora o poco più.
  5. E’ il momento di suddividere l’impasto lievitato che dovrebbe aver raddoppiato il suo volume in 4 panetti da stendere con il mattarello infarinato sino a dare a ciascuno di essi la forma circolare tradizionale e realizzare dei dischi di ½ cm di spessore da porre in teglie da forno tonde e dai bordi bassi unte con un po’ di olio extravergine d’oliva.
  6. Adesso i dischi di pasta devono essere punzecchiati con una forchetta e conditi con i pomodori pelati già sgocciolati e schiacciati anch’essi con una forchetta, l’olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale e qualche foglia di basilico, ma ricordandosi di lasciare senza condimento almeno 1 cm di bordo che, inoltre, deve essere un po’ più alto del resto della pasta.
  7. Una volta condite le pizze margherite devono riposare in un ambiente caldo per 20 minuti. Passati tali minuti è possibile infornare una alla volta ciascuna pizza margherita nel centro del forno preriscaldato a 220°C per cuocere all’incirca 20 minuti.
  8. Dopodiché bisogna sfornare le pizze margherite distribuirvi sopra la mozzarella tagliata a fettine, cubetti e strisce, versarvi un filo d’olio extravergine d’oliva, un altro po’ di basilico e proseguire la cottura per altri 10 minuti in modo che la mozzarella si fonda al meglio.
  9. Finalmente si possono portare in tavola le pizze margherite per soddisfare i commensali: BUON APPETITO!
© Riproduzione riservata
Leggi anche