Romagna, ristorante nel magazzino del Sale in Darsena

La riqualificazonie della Darsena in Romagna continua con un nuovo progetto: trasformare il Magazzino del Sale in un centro culturale - e non solo!

Negli ultimi anni, la Romagna ha investito molto nel restauro di diverse zone che oggi sono diventate tra le più frequentate e apprezzate dai cittadini. Una di queste, la Darsena, sembra riservare ancora grandi sorprese. È in arrivo infatti un progetto per trasformare il vecchio Magazzino del Sale in un’enorme piazza al coperto, che ospiterà durante l’intero anno iniziative legate al mondo dell’enogastronomia, della musica, del benessere, della moda e dell’arte.

Scopriamo insieme i dettagli e le proposte per dare nuova vita a un’area sempre meno popolata.

Il progetto

Lo scopo del progetto è dare una nuova funzione al Magazzino del Sale in Darsena, trasformandolo in uno spazio ricco di attrattive, in modo da attirare turisti e curiosi e dare nuova vitalità alla zona. Le operazioni di restauro, comunque, non comprometteranno la struttura, che per la sua storia rimane un elemento fondamentale da preservare.

L’intenzione è innanzitutto quella di utilizzare il piano terra per sviluppare un mercato al coperto, che proporrà prodotti di qualità, nonché un ristorante. I piani superiori saranno invece dedicati all’arte, e ospiteranno esposizioni, iniziative legate alla musica e alla moda. Il progetto prevede anche l’utilizzo di alcuni spazi speciali da adibire all’organizzazione di eventi, fiere e manifestazioni.

Oltre al cibo e all’arte, il Magazzino avrà una sezione dedicata al benessere: il lato nord ospiterà una spa, che offrirà trattamenti con prodotti ricavati dalla lavorazione del sale.

L’allestimento dell’area esterna è ancora in fase di definizione, anche se l’intenzione principale è quella di creare un teatro all’aperto dove si potrà assistere a spettacoli e concerti con la presenza dell’elemento acquatico. Inoltre, una parte sarà sfruttata per realizzare una zona di attracco per le imbarcazioni, in modo da consentire la navigazione verso il centro via mare.

Un polo culturale collettivo

La struttura sarà accessibile a tutti e, dal momento che l’idea è quella di renderla attiva per tutto l’anno, bisognerà studiare attentamente gli spazi e l’utilizzo del riscaldamento senza rinunciare a una gestione sostenibile.

Il progetto è stato preso in carico da un privato, che finanzierà l’allestimento e l’illuminazione dell’edificio e si occuperà di restaurare gli impianti. Ad ogni modo, il Magazzino resterà di proprietà del comune, proprio per ribadire l’importanza della comunità e della collettività.

La priorità alla base del progetto, comunque, è valorizzare la bellezza che contraddistingue il Magazzino, inserendo spazi verdi e aiuole eleganti. Inoltre, verrà dato maggiore risalto ad elementi rappresentativi come la celebre fontana di Tonino Guerra. ?ZLiHFmfLcLAJjfaK6MNlHhGj8iNk7I3ikmeihM8mVGHiLlmg4kCI5HAgSmshyG5HdKHHNkJFYK4m2j3lfk4MKKShhi3MNmRl9IhjiGeJpLoi1M6JoGxgrMaJFgrJPJII6Gbg1ibkNItijImMrHEkJJZitI8g2LBLKJCm9mRK1JMiCGhMEhpMUG5H9jNk2jWl4IcjHGhJOl2K1k9hgmLg6l7jWlbhpMhghjfhBKrh3Ge8vbQw02E9RvA1L’intervento è finalizzato a creare un nuovo polo culturale e museale all’interno del Magazzino Torre, nonché ad aumentare il numero di attrattive a attività disponibili in una regione straordinaria come la Romagna.

Scritto da alice sacchi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cena senza glutine invernale: 10 ricette facili e veloci

Masterchef: anticipazioni 28 febbraio

Leggi anche
Contents.media