Notizie.it logo

Seppie con piselli: la ricetta tradizionale sarda

Seppie con piselli ricetta sarda

Le seppie con piselli sono un secondo piatto tipico della cucina sarda, sostanzioso e saporito: seguite la nostra ricetta e provatele!

Stampa
Seppie con piselli ricetta sarda

Seppie con piselli: la ricetta tradizionale sarda


  • Autore: Angelica Mocco

Descrizione

Le seppie con piselli sono un secondo piatto gustoso e genuino, tipico della cucina tradizionale sarda e immancabile protagonista di lenti pranzi domenicali in famiglia. Si prepara con ingredienti semplici, la cui bontà viene esaltata dalla lenta cottura e dall’aggiunta di sapori mediterranei: pomodoro, aglio, cipolla e prezzemolo. Una ricetta dalle antiche origini, talmente invitante che portala in tavola è sempre una festa.


Scale

Ingredienti

  • 1 kg di seppioline pulite;
  • 500 g di pisellini;
  • 200 g di passata di pomodoro;
  • 50 g di vino bianco;
  • 1 cipolla dorata;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • q.b. prezzemolo fresco;
  • q.b. brodo vegetale;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe.

Istruzioni

  1. Versate un abbondante filo d’olio extravergine d’oliva sul fondo di un tegame, preferibilmente in terracotta, aggiungete uno spicchio d’aglio intero e fatelo insaporire per circa un minuto.
  2. Unite la cipolla tritata finemente e cuocetela a fuoco basso per una decina di minuti, se necessario aggiungendo poco brodo vegetale caldo.
  3. Aggiungete le seppioline perfettamente pulite e tagliate a pezzetti, mescolatele e insaporitele con sale e pepe macinato. Alzate la fiamma e fatele rosolare per qualche minuti, sfumate con il vino bianco e attendete che l’alcol evapori.
  4. Unite i piselli, mescolate e aggiungete la passata di pomodoro, diluita con un po’ di brodo vegetale caldo. Coprite il tegame con un coperchio e lasciate cuocere le seppie per circa 30 minuti.
  5. Terminata la cottura, aggiungete abbondante prezzemolo tritato e condite il tutto con un filo d’olio extravergine d’oliva a crudo.
  6. Le seppie con i piselli sono ottime se gustate calde, con del pane casereccio da intingere nell’intingolo di pomodoro.

Note

Per realizzare questa ricetta potete utilizzare i piselli freschi sgranati (sono facilmente reperibili a partire da giugno), oppure i pisellini surgelati, che mantengono intatte le loro proprietà nutrizionali. In tal caso, vi consigliamo di scottarli prima in acqua bollente per circa un minuto, per evitare che il ghiaccio fermi la cottura delle seppie.

Se non siete pratici nella pulizia delle seppie, potete rivolgervi al vostro pescivendolo di fiducia per acquistarle già pulite. In tal caso, chiedete di tenervi da parte la sacca contenente l’inchiostro: potrete utilizzarlo per preparare delle fantastiche linguine al nero di seppia, da servire da domenica e nelle occasioni speciali.

Le seppie con piselli sono un piatto diffuso in tutta l’Isola, ma le ricette non sempre coincidono. Molti amano prepararle senza pomodoro, così da esaltare il gusto del pesce, e utilizzare il classico Vermentino di Sardegna per accompagnare la cottura. Noi, naturalmente, vi consigliamo entrambe le varianti.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche