Taste Firenze: le eccellenze del food

Pane a regola d'arte, ingredienti innovativi, cocktail di un altro pianeta: Taste Firenze inaugura la 14ma edizione

Taste Firenze, il salone delle eccellenze food & beverage ti aspetta dal 9 all’11 marzo per assaggi e degustazioni a tema a tutte le ore. Puoi scegliere tra brunch, merenda o aperitivo; e ovviamente non mancherà il vino!
Il salone dedicato alla food culture inaugura oggi la 14ma edizione.

Puoi visitarlo sabato 9 marzo e domenica 10 marzo, dalle 14:30 alle 19:30, oppure lunedì 11 marzo dalle 9:30 alle 16:30. Molti eventi sono su prenotazione, e le proposte sono tante: meglio arrivare preparati per non perdersene nemmeno una.

Pianeta Pane

L’edizione di quest’anno è dedicata ad un percorso gustativo tra grani antichi, farine di una volta e arte della panificazione. A tenere banco sarà il maestro Nicola Giuntini, che da Quarrata (PT) ha portato la sua ricetta del Pane di Taste, che condividerà durante il talk “Geografie e lessico del Pane”. Moderato da Davide Longoni, membro dell’Accademia dei Georgofili, sarà l’occasione per discutere non solo gli ingredienti scelti dai mastri panificatori, ma anche la differenza delle forme e delle consistenze. Un viaggio nell’estetica del pane.

Taste Tour e Taste Tools

Taste Tour e Taste Tools ti porteranno nel cuore pulsante della cucina, quello delle materie prime e degli strumenti. Col Taste Tour scoprirai oltre 400 prodotti enogastronomici di nicchia. Mentre coi Taste Tools ti perderai nella bellezza dei 14 brand del food&kitchen design ospiti della Stazione Leopolda.

Un esempio? Il peperone Sciuscillone di Teggiano, in Basilicata, è il protagonista di tre chicche del marchio I segreti di Diano: gli Starìci (foglie di peperone “crusco”, cioè croccante), Pòrva (polvere di peperone) e Cuòrno (peperone interno essiccato). Hai già qualche idea su come usarli nei tuoi prossimi piatti? Troverai anche il superfood del momento, la Spirulina: un’alga ricchissima di vitamine, antiossidanti e persino proteine. Al Taste Firenze è firmata Severino Becagli: bio e made in Tuscany, viene dalla tenuta San Lorenzo di Grosseto. Si può usare in polvere, essiccata oppure fresca.

FuoridiTaste

Un altro mondo: quest’anno FuoridiTaste presenta una merenda contemporanea, al Grand Hotel Minerva, coi prodotti di La Via del Tè accompagnati da tartellette ed éclair. Pronto a stupirti per la perfezione dei dolci monoporzione?

Per i mattinieri che saltano la colazione, il brunch al Palagio del Four Season Hotel è l’ideale: risotto Acquerello con cime di rapa e mosaico di crostacei. L’invenzione è dello chef stellato Michelin Vito Mollica.

Se sei più un tipo da aperitivo, prova le olive taggiasche del Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia, accompagnate da un cocktail o un calice di vino dell’Enoteca Alessi. Ospite speciale, il primo vermouth di birra Baladin al Locale, qui realizzato da Dennis Zoppi.

Progetti equosolidali

“Il sociale nel piatto” è invece un progetto nutrito di etica. Idea di Massimo Bottura per il Refettorio Ambrosiano, è stata poi esportata a Londra, Parigi e Rio de Janeiro. La proposta, presentata nel talk curato da Davide Paolini, è quella di usare le eccedenze alimentari per far felice chi ha più bisogno.

Scritto da alice sacchi

Scrivi un commento

1000

Allarme Food Craving, di che cosa si tratta?

Food delivery: nuova app per scegliere il corriere

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.