Come conservare i formaggi

Conservare i formaggi al meglio significa preservarli dalla sofisticazione, rendendoli commestibili più a lungo. Altra cosa importante è la buona conservazione in frigo senza il formarsi di cattivi odori nel frigorifero. Ecco come conservare i formaggi in frigorifero, seguendo alcune indicazioni importanti.

Come conservare i formaggi in frigorifero, le indicazioni
La prima cosa da fare al momento dell’acquisto è controllare la scadenza, per la buona conservazioni ecco le indicazioni su alcuni formaggi tra quelli più consumati:

  • Grana o il Parmigiano: sono formaggi da consumare preferibilmente in poco tempo. Non avvolgere questi formaggi in carte che non fanno traspirare altrimenti ammuffiscono velocemente. Niente sacchetti in plastica e carta leggere ma nemmeno vanno lasciati all’aperto in quanto si seccheranno per troppa aria.

    Pertanto dopo l’acquisto, quello che non viene consumato nell’immediato, va grattugiato e congelato, basterà scuotere il contenitore per averlo pronto all’uso

  • Gorgonzola. Si tratta di un formaggio ‘vivo’, che continua a maturare. È consigliabile per questo di acquistare solo piccole quantità, da consumare nell’immediato a al amssimo 3 giorni. Per una buona conservazione deeve essere avvolto in fogli di stagnola o alluminio. Nel caso dovesse essere consumato a stretto giro è consigliabile congelarlo.

    Per scongelarlo basta tirarlo fuori il giorno e metterlo in frigo. Per evitare l’odore caratteristico in frigo è sufficiente togliergli la crosta,

  • Mozzarella. Per una buona conservazione è preferibile lasciare la mozzarella immersa nel siero anche dopo avere aperto la busta quindi in una ciotola con coperchio in ammollo nella sua acqua. Non è necessario conservare la mozzarella in frigo, l’importante che sia in un luogo fresco e al buio. Da consumare entro le 24 ore.
  • Taleggio. Il taleggio è tra i pochi formaggi che possono essere conservati a lungo nel frigo: anche qualche settimana a patto che la temperatura non superi i 6 gradi. Va lasciato avvolto nell’incartamento di vendita oppure avvolto in un panno umido per mantenere morbida la crosta. Attenzione a non avvolgerlo in pellicole di plastica, impediscono il passaggio dell’aria provocando la fermentazione.
  • Fontina. Questo formaggio come tutti gli altri formaggi stagionati a pasta dura vanno conservati facendo attenzione a coprire la parte del taglio con carta stagnola, per evitare il contatto diretto con l’aria: in questo modo il formaggio rimarrà integro. Per evitare che l’odore possa invadere il frigo è consigliabile riporlo in sacchetti di nylon o nei contenitori a chiusura. Non vanno mai conservati nel congelatore i formaggi a pasta dura e per poterli degustare al meglio è preferibile levarli dal frigo un’ora prima di essere consumati.
Scritto da Redazione Food Blog
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Scaloppine di pollo al latte per bambini

Come sfilettare una trota

Leggi anche
Contentsads.com