Cucinare in casa: sinonimo di salute

Salute, benessere psicofisico, tradizione: cucinare in casa e tutto questo e tanto altro ancora. Ecco perché farlo

Cucinare in casa è una buona abitudine, che permette di preparare piatti sfiziosi e molto nutrienti tra le mura della propria abitazione, risparmiando notevolmente denaro. Non sempre si ha il tempo o la possibilità di farlo. Ogni volta che è possibile però scegliere questa soluzione è davvero importante. Ecco perché.

La cucina di casa: 4 buoni motivi per sceglierla

Nei casi in cui è possibile cucinare in casa è davvero un’ottima soluzione. I vantaggi sono davvero numerosi e riguardano la sfera della salute e quella economica.

  1. Risparmiare denaro

    Consumare ogni giorno dei pasti in trattorie e bar comporta un notevole esborso di denaro. Ogni volta in cui è possibile scegliere di preparare i pasti a casa è la scelta vincente per risparmiare qualcosa. Investire in cucina è investire in salute. Ci sono tantissime soluzioni che permettono infatti di preparare in poco tempo e spendendo poco tantissimi piatti sfiziosi. Per esempio, la purezza dell’acqua è un fattore molto importante per preparare piatti sani. Ma comprare confezioni di acqua da bere alla lunga può rivelarsi costoso. Ci sono quindi sistemi di ultima generazione che permettono di trattare l’acqua del rubinetto e renderla potabile. In questa maniera si risparmia in denaro e si fa del bene all’ambiente. Infatti si evita d’inquinare con il consumo di bottiglie di plastica.

  2. Mangiare sano

    Preparare i propri pasti in casa permette di seguire un regime alimentare salubre. I fast food e i ristoranti spesso offrono piatti gustosi, ma ricchi di grassi e additivi. Ci sono piatti ideali per mangiare in compagnia e poi ci sono poi ricette da fare quando si mangia da soli. Denominatore comune è seguire le regole della buona alimentazione come ad esempio i dettami della dieta mediterranea che prevede il consumo di molta frutta e verdura di stagione. Solo una volta a settimana si può mangiare carne. Abbondano le ricette a base di pesce, come sgombri, tonni e sardine, ricchissime di omega 3. I condimenti sono semplici e prevedono l’uso di olio extravergine di oliva e di erbe profumate come il basilico e la menta.

  3. Divertirsi insieme

    Cucinare in casa è anche un ottimo modo per stare insieme. Si tratta di un’attività che può essere svolta insieme, dividendosi i compiti. Può essere svolta da tutta la famiglia con un sottofondo musicale da ascoltare mentre si cucina. Recuperare momenti di convivialità è una delle chiavi del benessere psicofisico. La salute passa per uno stile di vita sano che comprende una alimentazione salubre e per la condivisione di esperienze che uniscono insieme alle persone che si amano.

  4. Recuperare la tradizione culinaria

    Un altro dei vantaggi del mangiare in casa è relativo alla possibilità di recuperare piatti della tradizione locale e non farli perdere nella frenesia delle vite di oggi. Un esempio di
    ricetta semplice e sfiziosa riguarda i pici alle briciole che sono un piatto di pasta che ha per ingrediente le briciole di pane toscano molto croccanti. Si tratta di un piatto povero eppure buonissimo. In ogni regione d’Italia ci sono piatti semplici, composti da ingredienti che costano poco. Eppure il loro valore storico e culturale è altissimo. Sono i piatti che preparavano i nonni e che ancora oggi possono essere preparati quando si cucina a casa.

Cucinare a casa è un modo per risparmiare denaro, per mangiare sano e per stare insieme alle persone che si amano. Seguire ricette semplici eppure tradizionali permette di recuperare un retaggio culturale importante che passa proprio per il cibo buono e semplice.

Scritto da Redazione Food Blog
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Mini babka al latte di soia: deliziosi dolcetti soffici e vegani

Torta salata con uova e pancetta: rustica, sfiziosa e saporita

Leggi anche
Contents.media