Notizie.it logo

Dieta di ottobre: menù e consigli

Dieta di ottobre: menù e consigli

Con ottobre e il ritorno dell’autunno si può godere del sapore di una bella zuppa fumante, così da rimanere anche a dieta, mangiare sano e preparare piatti appetitosi. Arriva infatti la zucca, le castagne e tutti quei sapori decisi che si apprezzano tanto con i primi freddi. Vediamo insieme la dieta di Ottobre e le ricette più gustose.

Dieta di ottobre

Mangiare solo una zuppa non dà tutti i nutrienti fondamentali di cui l’organismo necessita per restare in salute, quindi è bene tenere a mente alcuni punti fondamentali. Preparare un passato composto da verdure di stagione non è un pasto completo in quanto mancano le proteine, quindi o si aggiungono proteine vegetali come i legumi oppure un secondo piatto di carne (magari bianca) o di pesce (magari cotto al forno).

Una minestra con riso (magari integrale, o venere) e legumi è un ottimo piatto unico e la classica vellutata di zucca si può completare con speck tagliato a dadini e reso croccante in padella (senza ulteriori condimenti) e ottimi crostini di pane.

La vellutata di patate e carote si può arricchire con una quenelle di ricotta mentre la zuppa di lenticchie (o ceci) si può equilibrare aggiungendoci dei carboidrati, come ad esempio una manciata di orzo, crostoni di pane (magari di segale) o anche della pasta di farro

Ecco le principali ricette dei piatti più apprezzati di questo periodo dell’anno e ideale per la dieta di Ottobre

Vellutata di zucca

Per 2 porzioni:

  • 200 grammi di zucca (magari anche 2 carote);
  • 100 grammi di patate;
  • ½ lt di brodo vegetale o anche acqua;
  • 1 cucchiaio di olio E.V.O. ed 1 di latte di cocco;
  • Sale (magari integrale marino) e pepe;
  • Paprika (anche affumicata);

Come procedere: pulire e tagliare le verdure per poi metterle a rosolare in una pentola con pepe e sale sfumando il tutto con acqua o brodo. Lasciare cuocere 30 minuti circa, fino a che le verdure diventeranno morbide. Spegnere e frullare con un minipimer (è possibile aggiungere un cucchiaio di latte di cocco che renderà la vellutata più cremosa per poi servire nelle ciotole guarnendo con la paprika.

Zuppa d’orzo ed erbette

Per 2 porzioni:

  • 100 grammi di orzo perlato;
  • 150 grammi di erbette;
  • Un porro;
  • Due carote;
  • Un gambo di sedano;
  • 1/2 cipolla;
  • 1 foglia di alloro;
  • 1 cucchiaio di olio E.V.O.;
  • Una presa di sale.

Come procedere: lavate e tritate sedano, carota e cipolla per un buon soffritto e porli in una casseruola con il fondo pesante facendoli stufare con 3 cucchiai di acqua, il sale e l’alloro, il tutto per 5 minuti circa con la fiamma medio bassa.

A parte lessare l’orzo per poi scolarlo ed aggiungerlo alla preparazione, conservandone l’acqua per aggiungerla e far cuocere 30 minuti circa con il coperchio ed a fiamma bassa. Dopo i primi 10 minuti vanno aggiunte le erbette precedentemente lavate e sminuzzate. Spegnere e condire con l’olio.

Vellutata di menta e lenticchie

Per 2 porzioni:

  • 100 grammi di lenticchie;
  • 1/2 cipolla;
  • 1/2 spicchio di aglio;
  • 1 carota;
  • 1/2 gambo di sedano;
  • 400 ml di brodo vegetale;
  • 2/3 foglie di menta;
  • 1 cucchiaio di olio E.V.O.;
  • Sale.

Come procedere: sbucciare, lavare e tritare aglio, carote, sedano e cipolla per poi farli stufare 5 minuti con il cucchiaio d’olio, poi aggiungere le lenticchie con il brodo e lasciar cuocere a fuoco molto dolce per circa 30 minuti. Frullare con un minipimer e regolare di sale.

Gnocchi di ricotta e castagne

Per 2 porzioni:

  • 125 grammi di farina di castagne;
  • 1/2 uovo;
  • 175 grammi di ricotta;
  • Sale e pepe.

Come procedere: setacciare farina di castagne con la ricotta, aggiungere l’uovo già sbattuto, il sale ed il pepe, impastare e formare una palla da coprire per poi lasciarla riposare al fresco per almeno un’ora.

Formate tanti salsicciotti con le mani ben infarinate e poi tagliarli a pezzettini; per la rigatura basta usare i rebbi di una forchetta. Cuocere gli gnocchetti di ricotta e castagne in acqua bollente già salata e dopo averli scolati si possono passare nel condimento scelto.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300

Leggi anche