Notizie.it logo

Fondi di caffè: uso cosmetico, proprietà e benefici

fondi di caffè uso cosmetico

Fondi di caffè: qual è il loro uso cosmetico?

La maggior parte di noi non si sognerebbe di iniziare la giornata senza una tazza di caffè, ma i benefici di questa bevanda potrebbero essere maggiori di quanto si pensa. Anche se l’estratto di caffè è molto più potente di quello che rimane nel filtro o nella moka, i fondi di caffè possono essere utilizzati per uso cosmetico. Ad esempio, possono essere incorporati negli scrub per esfoliare e levigare in modo naturale. È particolarmente adatto per zone difficili quali gomiti, ginocchia e piedi. Eppure i potenziali vantaggi dei fondi di caffè non si esauriscono nello scrub. Vediamo di seguito cosa dice la scienza riguardo a ciò che il caffè può fare per la pelle.

Benefici del caffè

Anzituttto, il caffè è ricco di antiossidanti, che aiutano a combattere l’invecchiamento e proteggere la pelle dai danni dei radicali liberi.

Alcuni studi hanno dimostrato che il caffè produce effetti simili all’acido ialuronico, ottimo anti-età. L’olio nei semi di caffè può aumentare la produzione di collagene ed elastina, rendendo la pelle più compatta.

La caffeina nei fondi di caffè fa in modo che la pelle appaia più soda e tesa: questo effetto rassodante può aiutare a combattere gli occhi gonfi e rendere meno evidente la cellulite a breve termine.

Inoltre, l’estratto di caffè macinato aiuta a proteggere la pelle dai danni dei raggi UV-B: quando incluso nelle preparazioni fai-da-te per la cura della pelle, può contribuire a proteggere la pelle dalla comparsa di rughe, anche se ovviamente non sostituisce l’azione della protezione solare.

fondi di caffè

Fondi di caffè: uso cosmetico

È importante prendere in esame il ruolo dei fondi di caffè negli scrub naturali. Al contrario di quanto diffuso online, essi non eliminano l’acne da soli. Gli scrub rimuovono lo strato superficiale, ma non penetrano in profondità nel poro, dove si formano le imperfezioni.
Senza contare che uno scrub ai fondi di caffè può risultare piuttosto aggressivo e irritare le zone già infiammati. In generale, bisogna prestare attenzione se si ha la pelle sensibile e mai strofinare troppo forte lo scrub al caffè.

Per un trattamento fai-da-te rapido ma efficace, preparare alcune delle seguenti ricette.

Peeling facciale esfoliante

Mescolare 1/4 cucchiaino di fondi di caffè macinati finemente con un cucchiaio di yogurt, preferibilmente neutro o alla vaniglia, per non interferire con il profumo del caffè, un aspetto importante nella routine di self-care. Massaggiare delicatamente su viso e collo e lasciare riposare cinque minuti. Sciacquare con acqua tiepida per una pelle luminosa. Questo trattamento non deve essere ripetuto più di due volte alla settimana.

Illuminante a base di caffè e zucchero

Mescolare 1/2 tazza di zucchero semolato o di canna con due cucchiai di fondi di caffè esauriti e 1/4 di tazza di olio di mandorle dolci. Una volta sotto la doccia, massaggiare a fondo su tutto il corpo, prestando attenzione alle aree ruvide e asciutte come gomiti e ginocchia. Sciacquare a fondo per una pelle liscia e levigata, ma fare attenzione, poiché gli oli possono rendere scivoloso il pavimento della doccia.

Scrub esfoliante per i piedi

I piedi hanno bisogno di qualche coccola in più e al contempo possono senza dubbio affrontare uno scrub più aggressivo rispetto ad altre aree del corpo. Mescolare 1/4 di tazza di fondi di caffè, sali del Mar Morto e olio d’oliva e usare questo scrub per dare ai propri piedi il trattamento che meritano.

Scrub per labbra più lisce

Mescolando una piccola quantità di fondi di caffè con un olio di cocco, massaggiare con molta cura il composto ottenuto sulle labbra e rimuovere con un panno umido per un risultato “al bacio”.

Ridurre i gonfiori sotto agli occhi

Un cucchiaino di fondi all’interno di un tovagliolo di carta inumidito posato sugli occhi per circa venti minuti ridurrà il gonfiore e farà apparire il viso meno stanco.

maschere al caffè

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche