Sformato di zucca vegan: come prepararlo?

Leggero, gustoso e perfetto per la stagione autunnale: ecco come preparare lo sformato di zucca vegan.

Lo sformato di zucca vegan è una variante dello sformato di zucca classico. Questa variante è in grado di adattarsi allo stile di vita vegano che è sempre più diffuso nella nostra società.

Sformato di zucca vegan, la ricetta

L’ingrediente base, la zucca gialla, grazie al suo sapore dolciastro e delicato, si sposa perfettamente con moltissimi ingredienti dando la possibilità di associarsi anche ad alimenti che non siano di origina animale.

Essendo uno sformato poi ha la caratteristica di essere versatile e sapersi ben adattare alle esigenze di un antipasto piuttosto che di un piatto da portata come potrebbe essere un secondo. Anche la sua preparazione è semplice e decisamente fattibile per tutti.

Preparazione

  1. Il primo passaggio è quello di pulire la zucca gialla alla quale dovrà essere tolta la buccia e i semi. La buccia talvolta può risultare un po’ dura e questa è sicuramente l’operazione più complessa relativamente alla preparazione di questa ricetta.
  2. La zucca dovrà poi essere cotta per poter essere schiacciata e ridotta ad una purea. Ci sono più metodi per fare questa operazione: può essere cotta in un tegame assieme a cipolla stufata in olio oppure in forno sempre dopo averla ben amalgamata con olio e mescolata a cipolla tritata ma qualcuno opta per questo passaggio per l’utilizzo del microonde. Tutti i metodi vanno bene allo stesso modo purché la zucca risulti sufficientemente morbida per poter essere schiacciata.

    Per fare questa operazione è consigliabile utilizzare uno schiaccaipatate o un passaverdure.

  3. Il passo successivo sarà quello di unire la purea di zucca agli altri ingredienti scelti per poter completare la preparazione. Può essere unita della besciamella di soia per rendere il composto soffice e cremoso e conferire un sapore delicato.
  4. Un ingrediente che non sta mai male nello sformato di zucca è la patata. Questo tubero conferisce una consistenza compatta e un sapore che, per quanto delicato, è completamente diverso da quello della zucca gialla.

    Il risultato di questa unione sarà che entrambi i sapori verranno esaltati.

  5. Appropriato poi è l’utilizzo della frutta secca. I pistacchi ad esempio conferiscono un sapore che si sposa magnificamente con quello della zucca ma altrettanto gradevole è il mix con pinoli, noci o mandorle.
  6. Anche l’utilizzo di aromi quali rosmarino, salvia e menta possono essere opportuni. A seconda del gusto personale possono essere utilizzati tritati nell’impasto o per aromatizzare l’olio di cottura ma in ogni caso la loro essenza risulta esaltare il sapore dello sformato.
  7. Gli ingredienti scelti dovranno a questo punto essere uniti alla purea di zucca. Si potrà procedere ad uniformare la consistenza dei vari ingredienti o lasciare ognuno così com’è ma importante sempre sarà amalgamare perfettamente il composto per poter diffondere in tutto lo sformato i sapori scelti.
  8. Non resta che versare il composto nel contenitore scelto per la cottura, sia esso una teglia per preparare uno sformato unico da dividere da cotto o dei pirottini per predisporre singole porzioni. Mettere a cuocere nel forno preriscaldato fino a corretta cottura.
  9. Servire tiepido e, se piace, accompagnare con un buon prosecco.
Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Biscotti di miele e curcuma: per una colazione light

Risotto alla zucca ricetta della nonna: tutti i segreti

Leggi anche
Contents.media