Tempura di pesce: ricetta alla giapponese

Per una cena sfiziosa e diversa dal solito, cimentatevi nella preparazione della tempura.

La tempura di pesce è una ricetta giapponese molto semplice dove è prevista la cottura di pesce immerso in una pastella ‘speciale’ infatti come potranno confermare in molti, il sapore squisito della tempura è dato proprio dal tipo di cottura e dalla qualità della pastella.

Provenienza della tempura di pesce

La ricetta della tempura di pesce risale al XVI secolo quando per caso, dei missionari cristiani incontrarono i giapponesi.

Infatti durante i primi tre giorni di ogni stagione, i cristiani non potevano gustare cibi a base di carne, da qui prende il nome di ‘tempura‘ poiché l’inizio della stagione veniva chiamato ‘tempora‘.

Per quanto riguarda la ricetta, anche questa è dovuta a questo incontro, infatti non potendo mangiare carne, decisero di mangiare il pesce o la verdura, fritti all’interno di questa pastella.

Tepura di pesce, ingredienti e preparazione

La tempura è una ricetta squisita e alquanto semplice, infatti chiunque con delle buone informazioni sarebbe capace di prepararla e farla bene.

Per quanto riguarda la pastella quindi la parte esterna che servirà ad avvolgere il cibo al suo interno( che si tratti di pesce o verdure non cambia nulla), gli unici ingredienti necessari sono:

  • la farina (alcuni preferiscono usare la farina di riso mentre altri utilizzano anche la farina 00);
  • l’acqua frizzante (l’acqua deve essere frizzante per un motivo molto semplice.

    Una volta che la pastella sarà immersa nell’olio bollente, le bollicine derivate dall’acqua, si libereranno dando più leggerezza al cibo ed evitando che l’olio entri all’interno.
    Non dimentichiamo anche che l’acqua frizzante dovrà essere molto fredda, in maniera tale che una volta inserito l’impasto all’interno della friggitrice, grazie allo shock termico che subirà, si creerà un delizioso strato protettivo attorno alla tempura.

  1. Prima di tutto bisogna capire come fare l’impasto per la pastella, infatti a differenza di quasi tutti i preparati, in questo è meglio dare solamente una mescolata veloce e non una accurata così da far creare grumi i quali daranno maggiore croccantezza e bontà.
  2. La tempura ha una preparazione molto semplice, nel momento in cui la pastella è pronta con pochi grumi, basterà tenerla ben fredda mantenendola al fresco di un frigorifero per esempio. Dopo essersi assicurati della differenza delle due temperature, la tempura verrà finalmente fritta per poi essere mangiata con il suo deliziosissimo sapore.

Quindi ricordate bene di non far abbassare la temperatura dell’olio e non fare alzare quella della pastella perché una parte fondamentale del sapore e della cottura sta proprio in questo passaggio.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cheesecake Salata Bimby: con salmone e zucchine

Mini cheesecake, 5 idee creative

Leggi anche
Contents.media