Topinambur come si cucina: 5 idee creative

Topinambur, piatti gustosi e semplici!

La voglia di provare ricette nuove e sfiziose è tanta così come è tanta la curiosità di assaggiare cibi sempre nuovi e preparare piatti diversi dal solito che possano stupire gli ospiti. Tutto ciò, spesso, si deve conciliare con la necessità di mangiare cibi sani che facciano anche bene alla salute.

Il tobinambur in grado di mettere insieme tutte queste esigenze, diventando un ingrediente base per golose ricette. Per chi ancora non lo conoscesse, si tratta di un tubero noto anche come carciofo di Gerusalemme che, oltre ad avere un ottimo sapore ed essere versatile in cucina, ha anche numerose proprietà poiché è ricco di fibre, non ha colesterolo, accelera il metabolismo, disintossica l’organismo e diminuisce stress.

Tutte ottime ragioni per provare qualche ricetta a base di topinambur.

Tra l’altro ora è anche piuttosto semplice da trovare ed una volta acquistato si conserva a lungo mettendolo in un sacchetto di carta nel frigorifero. Il suo sapore è simile al carciofo e può essere mangiato sia crudo che cotto. Ecco qualche suggerimento per capire come si cucina.

Topinambur come si cucina

Topinambur in padella

Fra le ricette più semplici e rapide da realizzare c’è il topinambur in padella, per creare un contorno semplice e molto gustoso.

Sarà sufficiente pulirlo e tagliarlo a fette.

Nel frattempo in una padella bisognerà mettere un po’ di olio e della cipolla tagliata sottile. Quando questa è dorata al punto giusto, si unisce il topinambur, si sala secondo i gusti e si lascia cuocere aggiungendo un po’ d’acqua per evitare che si attacchi.

Dopo circa 20 minuti il contorno sarà pronto; eventualmente è possibile mettere anche un po’ di pepe.

Vellutata di topinambur

Un’altra ricetta sfiziosa, leggera e poco calorica è la vellutata di topinambur che può essere usata in vari modi. Gli ingredienti sono: 500 gr di topinambur, 1 scalogno, 2 patate di medie dimensioni, olio, sale, pepe e brodo vegetale.

Per prima cosa si taglia a fette lo scalogno e lo si salta in padella con olio. A parte si fanno a dadini il topinambur e le patate e si uniscono allo scalogno, coprendo il tutto con il brodo vegetale.

A cottura ultimata si sala e si frullano le verdure, fino ad ottenere una crema omogenea. Al momento di servirla si scalda leggermente, si impiatta e si aggiungono olio EVO e pepe a piacere.

Topinambur al forno

Un piatto altrettanto gustoso, ideale per una cena sana e leggera è il topinambur al forno. Per realizzarlo servono circa 10-12 topinambur medi, pane grattugiato, parmigiano, sale, olio, pepe e prezzemolo;

per la salsa sono necessari farina (circa 2 cucchiai), sale, pepe, uovo e brodo vegetale. Dopo aver pulito e lavato il topinambur, le radici vanno lessate in acqua salata per circa mezz’ora.

Mentre si cuociono, si prepara la salsa facendo riscaldare un poco di olio, aggiungendo la farina e, poi, il brodo vegetale avendo cura di mescolare bene per evitare grumi ed avere un composto omogeneo.

Dopo circa 15 minuti, si toglie dal fuoco, si aggiunge l’uovo ed eventualmente altro sale. Quando i topinambur sono cotti, si scolano e si tagliano, mettendoli in una teglia e coprendoli con pangrattato, con la salsa, con il parmigiano e con prezzemolo.

A questo punto vanno infornati per circa 10-15 minuti così da ottenere la giusta gratinatura.

Insalate a base di topinambur

Questo tubero è ottimo e salutare anche crudo. Ecco, allora due ricette rapide per insalate gustose. Per la prima serviranno: 8 pomodorini pachino, 8 noci, 200 gr topinambur, rucola, olio evo, succo di limone e pepe.

Il topinambur va lavato molto bene sotto acqua corrente e poi tagliato a listerelle sottili. Stessa cosa per la rucola ed i pomodorini, che invece, dovranno essere spaccati a metà. Quando tutti gli ingredienti saranno pronti, sarà sufficiente unirli, aggiungere le noci e condire con succo di limone, sale ed eventualmente pepe.

Un’altra insalata fresca, semplicissima e salutare si può fare con 200 gr di topinambur, 2 arance medie, 1 finocchio, olio, sale e pepe q.b.; il procedimento è sempre lo stesso, gli ingredienti vanno lavati e tagliati a listerelle, uniti e conditi. Il risultato è garantito.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Broccoli al forno light, la ricetta salutare

Ricetta Guacamole e gamberi: come preparare l’antipasto

Leggi anche
Contents.media