Vini della tradizione vinicola Siciliana da assaggiare

Anche in Sicilia la tradizione vinicola si è parzialmente orientata verso il biologico: vediamo i vini.

Anche in Sicilia la tradizione vinicola si è parzialmente orientata verso il biologico. I vini prodotti secondo questo criterio rispettano la natura e permettono di non danneggiare in alcun modo l’ambiente. Si tratta a tutti gli effetti di proposte green e di alta qualità. Le uve biologiche sono prodotte senza OGM e senza sostanze chimiche. Sono previste, inoltre, delle certificazioni di conformità per la vinificazione che viene effettuata in cantina, e in ogni caso sempre solo con prodotti enologici.

I vini liquorosi

Ma non si può parlare dei vini siciliani senza fare riferimento ai liquorosi: per esempio il Tagòs, un vino dolce che si ricava grazie a un appassimento longevo degli acini sulla pianta. Nato grazie a Caruso & Minini, questo vino è consigliato soprattutto per la fine del pasto, e merita di essere assaporato in abbinamento a frutta secca o pasticceria. Una citazione è doverosa, poi, per Balanubi Zibibbo, vino Nicosia che a sua volta deve essere valorizzato con la pasticceria fresca tipica della Sicilia. Un prodotto che colpisce già dall’aspetto, visto il suo colore oro antico, che regala un’essenza dolce, che non annoia mai, con il giusto contrappunto di una discreta acidità. Sempre in tema di vini liquorosi, ecco il Laus Moscato, proveniente dalla cantina Martinez.

Perché i vini liquorosi siciliani sono così apprezzati?

I vini liquorosi della Sicilia sono semiaromatici e dolci, e proprio per questo motivo risultano perfetti per accompagnare il cioccolato fondente, i formaggi erborinati e i dessert. La tecnica di vinificazione, decisamente meticolosa, comporta l’inserimento di alcol etilico o acquavite di mosto cotto, in modo che la fermentazione possa essere bloccata e il liquido stabilizzato. Grazie all’alcol, vengono avviati processi chimici che fanno sì che il vino possa essere conservato fino a 50 anni.

I DOC siciliani

Quello dei DOC siciliani è un mondo di vini che vale la pena di scoprire assaggio dopo assaggio. Il Catarratto Vigna di Mandranova, per esempio, regala un finale gradevole in virtù della sua persistenza speziata e minerale. Il Floramundi, invece, è un rosso che sa catturare l’attenzione grazie alle sue caratteristiche di armonia e seduzione. La sola DOCG della Sicilia è rappresentata dal Cerasuolo di Vittoria, un rosso rubino con note intense di frutti di bosco e di amarene: come dire, il connubio ideale tra Frappato e Nero d’Avola. E a proposito di Nero d’Avola, vale a dire il più famoso vitigno di tutta la Sicilia, ecco un vino potente come Lu Patri, dal carattere balsamico e fresco.

Un po’ di numeri

Sono quasi 100 milioni le bottiglie con la denominazione Sicilia DOC che vengono prodotte ogni anno, e il trend è quello di un continuo aumento. Un successo che non si può negare e che dipende, tra l’altro, dalla tenacia dei produttori locali che hanno investito nel territorio nel corso degli ultimi due decenni, riuscendo a conquistare in questo modo la curiosità degli enologhi, degli agronomi e di tutti i professionisti del settore.

I vini dell’Etna

La location di riferimento per l’enologia siciliana è senza dubbio l’Etna. Passopisciaro, per esempio, propone il Passorosso, un Etna Rosso che sa stupire a ogni assaggio. Parliamo di un Nerello Mascalese che viene coltivato su vigne con una novantina di anni di età media, ai piedi dell’Etna. “Sul Vulcano Etna Bianco”, invece, è un bianco siciliano dal carattere minerale intenso; il colore giallo paglierino presenta riflessi dorati, ma ciò che resta più impresso nella mente è il bouquet aromatico di agrumi e mela. Si accompagna in maniera perfetta con crostacei e fritture mediterranee. Le note di pompelmo rosa del Trainara, infine, esaltano un Etna Bianco Doc dai notevoli accenti minerali.

Ecco dove comprare i migliori vini della Sicilia

Il sito web Fratellimazza.it è il posto giusto per scoprire e acquistare i migliori vini siciliani. La famiglia Mazza già nei primi anni del Novecento si è dedicata alla passione per il vino, e con il passare degli anni il modus operandi aziendale si è concentrato sulla selezione di produzioni vinicole ancora poco note ma di alta qualità. Oggi i fratelli Mazza vengono considerati i più antichi commercianti di vino di tutta Ragusa, con uno sguardo non più solo nazionale, ma addirittura internazionale.

Scritto da Redazione Food Blog
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come fare spaghetti con aglio e olio: ingredienti e preparazione

Come fare la pasta con basilico e pomodorini in una sola pentola

Leggi anche
Contents.media