Yogurt greco fatto in casa, tutto il procedimento

Yogurt greco, buono e salutare, anche versatile in cucina.

Ormai molto spesso nella nostra alimentazione troviamo lo yogurt , usato per merenda, colazione o come spezza fame, lo troviamo in molti frigoriferi sia in casa che nei supermercati, negli ultimi anni è aumentato anche il consumo dello yogurt greco, ma cosè esattamente ed è possibile prepararlo in casa? È possibile e in quest’articolo vi spiegherò come procedere.

Cosè e i vari benefici

Di origine greca si narra che fosse già presente dell’antichità, ma sono poche le fonti, consumato in tutto il mondo, è usato in vari modi.

Lo yogurt greco o yogurt colato, differenzia da quello normalmente venduto, dalla densità e cremosità, grazie alto contenuto di proteine e carboidrati,e con pochissimi grassi, di sapore intenso, lo possiamo trovare bianco o in molti gusti.

Il suo nome yogurt colato deriva dal fatto che viene privato del siero del latte tramite una procedura chiamata colatura, in modo da renderlo vellutato e compatto.

Oltre all’aspetto differente vediamo i suoi benefici, soprattutto è molto digeribile, conserva le proprietà nutritive del latte, e cosa molto importante può essere consumato da chi è intollerante, grazie al ridotto apporto di lattosio.

Favorisce l’intestino, rafforza il sistema immunitario, utile nei mesi invernali e grazie al potassio è utile nell’ipertensione, ottimo alleato nelle diete, ma a differenza dello yogurt omogeneo è più calorico, quindi attenzione a quanto se ne mangia.

Yogurt greco fatto in casa, preparazione

Come già accennato in precedenza, bisogna filtrare il siero, quindi dotarsi soprattutto di:

  • colino a maglie metalliche,
  • un panno da cucina o delle garze per la colatura,
  • tre vasetti di yogurt omogeneo, quello normale per intenderci, possibilmente magro al naturale,
  • una ciotola a bordi alti.
  1. Ora che abbiamo tutto possiamo procedere con la realizzazione del nostro yogurt greco. Prendere la ciotola a bordi alti, appoggiare all’interno il colino con il panno cucina o meglio delle garzine, stare attenti che il colino non tocchi il fondo della ciotola, perché sulla base si accumulerà il siero estratto.
  2. Filtrare lo yogurt in modo che perda il siero, chiudere i lembi del panno o della garza e lasciare colare per alcune ore, all’incirca sulle sette ore, in modo da ottenere uno yogurt compatto, più tempo lo lascerete filtrare e più sarà denso.

Con questo procedimento otterremo 200 grammi di yogurt greco, fatto in casa e pronto per varie ricette o da mangiare così, vi ricordo con può essere conservato in frigo fino a 5 giorni chiuso ermeticamente.

Utilità e curiosità

Pur potendolo mangiare al naturale, è possibile arricchirlo con frutta secca o fresca, scorze di agrumi, zenzero grattugiato, semi di una bacca di vaniglia, della cannella o quello che la vostra fantasia vi suggerisce.

È possibile usarlo per la preparazione della salsa tzatziki della quale è l’ingrediente principale, una salsa greca molto densa con aggiunta di cetriolo e aglio usata per condire le insalate o da spalmare sul pane, nella preparazione di cheesecake sia dolci che salate. In Turchia lo usano come sostituto del mascarpone, quindi utile nelle creme a cucchiai. In Israele se filtrato per molte ore, è consumato come formaggio a pasta molle, in America è usato come alternativa alla panna acida.

Come potete vedere non solo è facile da preparare in casa, ma ha molteplici usi e benefici, soprattutto per chi è intollerante, di conseguenza con pochi passaggi avremmo a disposizione uno yogurt eccezionale e che ci farà bene.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Mini cheesecake, 5 idee creative

Pasta bottarga e limone, semplice e leggera

Leggi anche
Contents.media