Come conservare l’aglio: 3 modi semplicissimi ed efficaci

Come conservare l'aglio a lungo: una guida con 3 tecniche semplicissime ed efficaci per mantenere intatto il suo sapore e aroma intenso.

C’è chi lo ama e chi lo odia, chi non potrebbe farne a meno e lo aggiunge in qualsiasi antipasto, primo, secondo piatto e contorno, e chi invece rifugge persino dal minimo sentore. Stiamo parlando dell’aglio, che al pari della cipolla e dello scalogno rappresenta uno dei condimenti più utilizzati al mondo.

I Paesi orientali, tra cui Cina e India, sono tra i primi consumatori di aglio a livello mondiale, ma anche l’Italia non è da meno: basti pensare agli innumerevoli piatti tipici che devono all’aglio parte della loro incommensurabile bontà, come gli spaghetti aglio e olio, il pesto alla genovese e la classica salsa marinara. Sia che lo si consumi di frequente, sia che lo si aggiunga ai propri piatti in modo sporadico, averne una buona scorta in casa è sempre una buona idea.

Come conservare l’aglio? Ecco 3 tecniche efficaci per mantenerlo fresco, buono e aromatico a lungo.

Conservare l’aglio in frigorifero

L’aglio è un ingrediente che se correttamente conservato dura anche diverse settimane. Per far sì che non germogli, consigliamo di riporre i bulbi interi o gli spicchi non ancora sbucciati in un luogo fresco e asciutto al riparo dalla luce, preferibilmente all’interno di un sacchetto in carta.

Riporlo in frigorifero non è sempre necessario, anzi: se possibile, meglio evitare, in quanto l’eccessiva umidità potrebbe velocizzare il processo di germogliazione e la formazione di muffe.

Limitatevi a conservare in frigorifero gli spicchi d’aglio già sbucciati, riponendoli all’interno di un piccolo contenitore a chiusura ermetica.

Conservare l’aglio in freezer

Come buona parte degli alimenti, anche l’aglio può essere congelato, nell’eventualità lo si utilizzi sporadicamente o nel caso lo si voglia conservare già tritato, pronto da utilizzare all’occorrenza. In tal caso è possibile preparare anche dei mix pronti, come una miscela di aglio e prezzemolo da cospargere sulle verdure in cottura, come i classici funghi trifolati.

Come conservare l’aglio sottovuoto

L’aglio è talmente versatile da poter essere conservato anche sottovuoto. Seguite le nostre ricette per preparare l’aglio confit all’olio extravergine d’oliva e l’aglio sott’olio alla siciliana.

In alternativa, potete preparare l’olio aromatizzato all’aglio: si conserva per tantissimo tempo in dispensa e può essere utilizzato per insaporire qualsiasi ricetta, dalle semplici bruschette e insalate, ai primi e secondo piatti più complessi.

Scritto da Angelica Mocco
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tempo di conservazione della pasta fredda in frigo: guida completa

Metodi di conservazione dei fagiolini freschi: guida completa

Leggi anche
Contents.media