Come fare la pastella per friggere pesce

Le proprietà nutritive del pesce sono ormai note a tutti.

Sono davvero innumerevoli i benefici per l’organismo che può apportare questo alimento, così come innumerevoli sono le sue possibili ricette e modalità di preparazione: alla griglia, al cartoccio, in umido, “all’acqua pazza”, al forno e chi più ne ha più ne metta…ma sicuramente la frittura è tra le modalità di cottura più ghiotte in assoluto.

Soprattutto quando ci si trova davanti alla necessità di introdurre il pesce nel menù dei più piccolini, la frittura può essere un’ottima opzione: i bambini – ma anche gli adulti, non nascondiamolo – difficilmente riusciranno a resistere alla croccante panatura che racchiude teneri pezzi di merluzzo, sogliola, calamaro e tanto altro…

Spesso la frittura è demonizzata, in quanto cottura eccessivamente grassa e calorica, ma va sempre ricordato che se si segue un regime alimentare equilibrato e salutare, è possibile introdurla nella propria dieta anche una volta a settimana, l’importante è sempre usare un olio di qualità e seguire i giusti consigli per la preparazione di una frittura leggera che risulti facilmente digeribile.

Scopriamo assieme a Sapori Nuovi come fare la pastella per friggere il pesce.

Come preparare la pastella per il pesce fritto:

Il vero segreto per una frittura di pesce di qualità è sicuramente racchiuso nella preparazione della pastella: è fondamentale che questa sia perfetta consentendo la preparazione di una paranza impeccabile, in cui il sapore del pesce è esaltato dalla croccantezza di una panatura omogenea e dorata.

Come preparare la pastella per il pesce fritto

Per prima cosa, iniziamo procurandoci tutti gli ingredienti necessari:

  • albume di 2 uova fresche
  • mezzo bicchiere di acqua ghiacciata
  • 3-4 cubetti di ghiaggio
  • 150 gr.

    di farina 00

  • sale q.b.

Le dosi indicate sono sufficienti per la preparazione di una frittura di medie dimensioni, perfetta per essere consumata da 4 persone, ma in base alle esigenze personali, sarà possibile modificarle di volta in volta.

Perché la frittura risulti perfetta è assolutamente necessario preparare la pastella seguendo determinati step:

1. separate gli albumi dai tuorli e aggiungetevi il mezzo bicchiere di acqua gassata e i cubetti di ghiaccio:

Separare gli albumi

2.

montate le chiare d’uovo facendo in modo che il composto risulti schiumoso ma ancora liquido in parte:

albume montato a neve con acqua frizzante

3. unite la farina e mescolate per evitare la formazione di grumi.

Aggiungere la farina e mescolare

Come friggere il pesce:

Dopo aver provveduto a questi passaggi, sarete pronti per preparare la vostra frittura perfetta!

Tutto quello che dovrete fare sarà prendere il pesce da friggere – totani, calamari, merluzzo, gamberi, moscardini ecc. – e immergerlo nella pastella, a quel punto sarete pronti per friggere il pesce nella padella in cui avrete fatto scaldare l’olio.

Friggere il pesce

Una volta che la panatura risulterà dorata in superficie, scolate il pesce e sistematelo su un foglio coperto da carta assorbente, in modo da eliminare l’olio in eccesso.

Scolare la frittura

Ultimo consiglio, perché la frittura risulti leggera e digeribile è assolutamente necessario che venga utilizzato un olio per frittura di prima qualità che andrà frequentemente cambiato nel corso della frittura, ed è importante evitare che il pesce rimanga immerso nell’olio per troppo tempo.

Seguendo questi consigli avrete una frittura di pesce ottima e pronta da gustare sulle vostre tavole!

Scritto da Redazione Food Blog
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

10 ricette vegane con le fave

Come fare la pastella per friggere le zucchine

Contents.media