Come pulire il polpo

ll polpo è un alimento gustosissimo della cucina italiana anche se richiede una grande attenzione nella sua pulizia che talvolta può risultare abbastanza impegnativa. La pulizia del polpo è differente rispetto a quella del pesce in quanto la disposizione degli organi interni da togliere è differente: il pesce ha gli organi interni nell’addome, nel polpo essi sono situati tutti nella testa e i tentacoli non vanno puliti.

Ecco come pulire il polpo in maniera semplice, veloce ed efficace.

Come pulire il polpo, l’acquisto
Per riconoscere la freschezza del polpo bisogna osservare il colore: deve essere vivo e intenso nelle sue varie sfumature e l’aspetto della carne sodo.
Da evitare gli esemplari con tentacoli mollicci, macchie scure, consistenza flaccida e odore sgradevole: significa che il polpo non è fresco o che non è stato conservato correttamente.

Come pulire il polpo, la procedura
Prima di procedere alla pulizia del polpo è consigliabile batterlo con un mazzuolo di legno o un batticarne: in questo modo sfibreremo i tessuti muscolari, e la polpa sarà più morbida al palato.

Ecco come pulire la testa:

  • metti il polpo su un tagliere in legno e aiutandoti con un coltello pratica un taglio longitudinale a partire dalla base della testa fino alla cima
  • rivolta completamente la testa e raschia con la lama la parte costituita da muscoli, al fine di spostare gli organi interni: eliminare tutti gli organi, compresa la sacca gialla all’interno della quale è presente una sostanza colorante
  • dopo averlo ripulito per bene risciacquare il polpo sotto l’acqua corrente
  • con un coltello rimuovi completamente il becco che si trova in mezzo ai tentacoli, dalla parte della testa
  • rimuovi poi gli occhi e risciacqua di nuovo in acqua corrente
  • ora il polpo è pronto per essere cotto

Per togliere anche la pelle, questa operazione deve essere effettuata dopo la cottura: basta semplicemente strofinare i tentacoli.

Indicazioni utili: ogni chilo di polpo deve cuocere per una cinquantina di minuti.

Come pulire il polpo, consigli utili
È preferibile comprare il polpo fresco e poi congelarlo in modo che tutte le fibre si distendano: basta chiudere il polpo in una busta per alimenti e metterlo in un congelatore per due giorni.
Prima di congelarlo, il polpo va pulito sciacquandolo sotto l’acqua corrente.
Per la congelazione è preferibile farlo in maniera naturale, senza fare forzature: la sera lo si caccia dal freezer e la mattina successiva il polpo dovrebbe essere pronto per essere cucinato.

La tipologia di polpo da preferire per una preparazione all’insalata è quello di scoglio, in genere è più saporito e ha un bel colore carico: lo riconosciamo perché ha due file di ventose sui tentacoli.

Scritto da Redazione Food Blog
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come sostituire le uova nei dolci

Come congelare le zucchine

Contents.media