Notizie.it logo

Cosa cucinare come secondo dopo le lasagne

cosa cucinare come secondo

Dopo le lasagne, cosa possiamo pensare di cucinare come secondo? Può andare bene un piatto leggero, come ad esempio una frittata.

Cosa cucinare come secondo dopo le lasagne? Le lasagne sono un piatto molto calorico e, senza dubbio, che riempie lo stomaco. Può tranquillamente essere considerato come piatto unico, ad esempio.

Cosa abbinare alla lasagna

Se proprio dobbiamo abbinare qualcosa alla lasagna, cosa può essere più indicato? L’ideale è rimanere sul leggero. Si può, quindi, abbinare un leggero antipasto, oppure un secondo leggero. In primo luogo dobbiamo prima valutare un aspetto importante: se la lasagna è la classica alla bolognese oppure no. Se, infatti, si tratta di un primo piatto di carne, sarà utile abbinare un antipasto o un secondo a base di questo alimento.

Differente è, invece, il discorso riguardante la lasagna di pesce, o al pesto, o alle verdure. Se si parla di una lasagna alle verdure, è sicuramente più facile abbinare il secondo o l’antipasto. A questo primo piatto si potranno, poi, abbinare anche vini particolari, sempre tenendo conto che si tratti di un secondo di carne, di pesce o di verdure.

Sono molti gli abbinamenti che, quindi, si possono fare, anche secondo le nostre particolari preferenze e gusti. Vediamo cosa cucinare come secondo.

Secondo leggero dopo la pasta

Qualora si voglia optare per un secondo leggero dopo la pasta, che cosa si può pensare di cucinare? E’ chiaro che dopo una buona porzione di lasagne, non avremo una grandissima fame. Cosa mangiare, quindi, per terminare il nostro pasto? Cosa cucinare come secondo? Si può optare, ad esempio, per una frittata al forno di verdure, per non caricarci troppo di grassi e di calorie. Vediamo, a tal proposito, la ricetta della frittata al forno con zucchine, un secondo leggero, ma appetitoso, perfetto da mangiare proprio dopo la pasta ripiena.

Per ciò che riguarda gli ingredienti, avremo bisogno di:

  • una zucchina
  • una patata
  • 120 g di piselli
  • qualche foglia di menta
  • una cipolla di Tropea
  • sei uova
  • un ciuffo di prezzemolo
  • due cucchiai di parmigiano reggiano
  • 2 cucchiai di panna
  • due cucchiai di jogurt
  • olio d’oliva
  • sale
  • pepe
  • burro

Vediamo, adesso, le varie fasi della preparazione.

  1. Peliamo la patata e tagliamola a cubetti. Lessiamo i cubetti e scoliamoli al dente. Mondiamo anche la zucchina e facciamola a rondelle, sbucciamo la cipolla e tritiamola finemente. Tritiamo, poi, anche le foglioline di menta con il prezzemolo.
  2. Mettiamo in una padella antiaderente la cipolla con due cucchiai di olio, aggiungiamo poi le zucchine e i piselli sgranati, mescoliamo bene e cuociamo per circa 5 minuti con il coperchio, mescolando spesso.
  3. Sgusciamo le uova e aggiungiamo il parmigiano, la panna, lo yogurt, sale e pepe. Mescoliamo bene e aggiungiamo anche le verdure rosolate e il trito di prezzemolo e menta.
  4. Riscaldiamo il forno a 180° e imburriamo una pirofila di 20 cm di diametro. Versiamo il composto di uova e verdure nello stampo, uniamo un po’ di parmigiano sopra, cuociamo in forno la frittata per circa 25 minuti. Sforniamo, facciamo raffreddare, tagliamo a fette regolari e serviamo subito.

Antipasto da abbinare alle lasagne

Se, invece, vogliamo abbinare alle lasagne un antipasto, che cosa è più opportuno scegliere? Se la lasagna è di carne, possiamo pensare di rimanere in questo ambito. Ecco un antipasto perfetto anche come finger food, che abbina la delicatezza dell’avocado al gusto del prosciutto crudo. Come si prepara e cosa serve per farlo al meglio? Avremo bisogno, nel dettaglio, di:

  • due avocado non troppo maturi
  • 50 g di farina 00
  • 50 g di farina di ceci
  • un quarto di cucchiaino di lievito istantaneo per preparazioni salate
  • 120 ml di acqua a temperatura ambiente
  • sale
  • 12 fette di prosciutto crudo
  • 2 cucchiai di marmellata di arance.

Ecco, adesso, le varie fasi della preparazione dell’antipasto “crudo con avocado”.

  1. Setacciamo la farina di ceci con quella 00, aggiungiamo poi il lievito in polvere, il sale e mescoliamo con una frusta, unendo l’acqua a poco a poco. Quando il composto sarà ben liscio e privo di grumi, scaldiamo una padella antiaderente e mettiamoci un mestolo di impasto, facendo cuocere per 2-3 minuti e girandolo una volta. Procediamo con questa cottura fino ad esaurire l’impasto: dovrebbero venirvi 12 frittatine.
  2. Dividiamo, nel frattempo, a metà l’avocado. Eliminiamo il nocciolo interno e sbucciamo il frutto con un coltello, quindi tagliamolo in fettine molto sottili.
  3. Con ogni fettina, formiamo una rosellina, mettiamole una vicina all’altra, apriamole a ventaglio con l’aiuto di un coltello e facciamole scivolare in verticale. Poi arrotoliamole a spirale per dare la tipica forma di rosa.
  4. Prendiamo una frittatina, adagiamovi sopra una fetta di prosciutto e una rosa di avocado. Accompagnare il tutto con un paio di cucchiai di marmellata di arancia. Se volete la marmellata più liquida, potete frullarla con l’aiuto di un frullatore ad immersione per pochi minuti, assieme ad un paio di cucchiai di acqua a temperatura ambiente.
© Riproduzione riservata
Leggi anche