Notizie.it logo

Dieta delle bacchette, come dimagrire con il giapponese

dieta delle bacchette

Dieta delle bacchette, direttamente dall'Oriente.

Ormai è giunta l’ora di ritornare dalle vacanze e di rimettersi a dieta dopo le scorpacciate di pesce e carne di questo periodo. Sicuramente saremo anche stufi della solita dieta mediterranea, alle volte inefficace e che ci costringe a rinunciare a molti dei nostri cibi preferiti, e vorremmo variare un po’ il menu con qualcosa di nuovo e innovativo.
È quindi il momento di sperimentare qualche dieta orientale, come quella delle bacchette. Un tipo di dieta che si ispira al modo di mangiare in Giappone e che ci aiuterà a perdere quei chili in più che tanto danno fastidio.
In cosa consiste questa dieta? Lasciate che ve lo spieghi tra breve.

Cos’è la dieta delle bacchette

La dieta è basata principalmente sul principio di mangiare meno e lentamente, in modo da stimolare la digestione e aumentare il senso di sazietà molto più rapidamente.

Tutti sanno che in oriente, soprattutto in Cina e in Giappone, si mangia con le bacchette.

Gli orientali sono in grado di mangiare praticamente di tutto con questi semplici strumenti.

Per gli occidentali mangiare con le bacchette invece è molto più complesso, ormai abituati alle posate, certamente più comode e veloci. Imparare ad usarle significa in qualche modo rallentare i ritmi con i quali ci si ciba, e questo è proprio alla base di questa tipologia di dieta.

Difatti non tutti sanno che il senso di sazietà non dipende tanto dalla quantità di cibo ingerito, ma dal ritmo della masticazione. Mangiare troppo velocemente e distrattamente fa sentire molto di meno il pasto consumato, alimentando quindi il desiderio di altro cibo.

Il cervello umano registra il senso di sazietà solamente 15 o 20 minuti dopo che si è consumato il pasto, e questo porta molto spesso a mangiare più del dovuto, con la coseguenza logica di sentirsi troppo pieni e pesanti.

Rallentare i ritmi di masticazione, assaporare il cibo prima con gli occhi e poi con la bocca, è il modo migliore per raggiungere prima quel livello di sazietà utile a fermarci nel momento opportuno, prima di ingozzarci fino a sentirci male.

Usare le bacchette è quindi il modo migliore per raggiungere il senso di sazietà e consentirci di perdere peso più facilmente. Ma per mettere in pratica questa dieta è necessario seguire alcune fondamentali regole, evitando il più possibile di cercare scorciatoie per mangiare più velocemente.

Regole della dieta delle bacchette

Anche se a prima vista potrebbe sembrare semplice utilizzare le bacchette per mangiare, ovviamente dopo un bel po’ di pratica, non lo è invece seguire le regole imposte da questa dieta che richiedono:

  • Impiegare almeno 30 minuti per consumare il pasto, ovviamente con tutte le eccezioni del caso, gustando quanto più possibile il cibo in tavola.
  • È importante utilizzare le bacchette con tutte le tipologie di cibi, anche quelli più difficili. In questo modo ci sarà una diminuzione naturale delle porzioni delle portate, rallentando il processo di masticazione e ingerimento dei cibi. Questo aiuta notevolmente la digestione con notevole beneficio del senso di sazietà.
  • Diminuire le porzioni. È abbastanza semplice da applicare, infatti basterà utilizzare piatti e ciotole di dimensioni più piccole.
  • Consumare cibi sani e bilanciati, proprio come fanno i giapponesi. Riso bianco, pesce e verdure sono alla base della loro alimentazione, e consentono di acquisire maggior Omega3, importante per l’organismo. Ridurre i condimenti e preparare i cibi cuocendoli a vapore li rende molto più sani.
  • È importante concludere il pasto prima di sentirsi completamente sazi. I giapponesi si fermano quando si sentono sazi all’80%, evitando di concludere il pasto a stomaco pieno. Così facendo si sentono subito più leggeri e scattanti, e pronti per riprendere le attività quotidiane.

Seguendo queste semplici regole, godendosi il pasto con rilassatezza e gustando i cibi, il senso di sazietà sarà maggiore, riducendo il rischio di farci venire attacchi di fame nervosa che ci spingono a mangiare tutto ciò che troviamo a portata di mano.

Ovviamente la dieta da sola per essere efficace non basta. Difatti ad un’alimentazione sana e bilanciata è necessario abbinare anche dell’esercizio fisico, andare in palestra, muoversi e tenersi in attività. Questi sono essenzialmente gli ingredienti per una vita sana.

© Riproduzione riservata
Leggi anche