Notizie.it logo

Dieta pancia piatta, che cibi consumare dopo le vacanze

dieta pancia piatta

Rimettersi in forma non è sempre semplice, con la dieta pancia piatta vi sentirete meglio.

Durante le vacanze cedere a qualche tentazione culinaria in più è assolutamente normale: vuoi per le novità gastronomiche, vuoi gli aperitivi con gli amici di vecchia data o la cena romantica in riva al mare.
Ma una volta a casa la pancia si è gonfiata inesorabilmente e il bottone dei jeans fatica a chiudersi.
Come correre ai ripari e risolvere questa spiacevole situazione? Niente paura perché in questa guida verranno forniti dei suggerimenti estremamente utili per tornare ad avere una pancia piatta con la dieta.

Dieta pancia piatta: i cibi da evitare

Se si desidera avere una pancia piatta, bisogna rinunciare a diversi cibi e bevande, tra cui:

  • Bibite gassate: compresa l’acqua, gonfiano lo stomaco e la pancia in modo esponenziale, quindi smettere di assumerle immediatamente;
  • la birra tende a fermentare nella pancia, mentre le bevande alcoliche sono ricche di zucchero;
  • broccoli e cavolfiori: questi ortaggi, seppur decisamente benefici per la salute, possono causare gas all’interno dell’intestino.

    Per questo motivo è bene limitarne l’assunzione;

  • spezie: stimolano la produzione dei succhi gastrici o tendono a fermentare all’interno dell’apparato digerente, causando l’odioso effetto palloncino a livello dell’addome;
  • legumi e radici: anch’essi, seppur decisamente ricchi di proprietà benefiche per il corpo, tendono a gonfiare la pancia.

Cibi da limitare

  • Gomme da masticare: possono servire per evitare numerose tentazioni decisamente più caloriche, ma portano ad inghiottire aria che causa inesorabilmente gonfiore e ancora peggio, senso di fame. Se si desidera uno snack, meglio puntare su un gambo di sedano, un finocchio o una carota;
  • il sale è una delle sostanze che causa più ritenzione idrica in assoluto. Non bisogna ovviamente abolirlo totalmente dalla dieta, ma ridurre drasticamente l’assunzione porta solamente benefici, in primis quello di far sentire il corpo meno gonfio e pesante;
  • cibi lievitati come pane, pizza e focacce: sebbene siano molto gustosi, non sono sicuramente amici della pancia piatta. Meglio dunque ripiegare su pasta, fette biscottate, pane azzimo e crackers integrali, dove si possono trovare molte più fibre rispetto ai carboidrati raffinati;
  • latticini: alcuni soggetti sono intolleranti al lattosio, il quale gonfia la pancia e causa dei dolori addominali. I formaggi stagionati sono inoltre ricchissimi di grassi e favoriscono l’insorgere di molte patologie come il colesterolo alto;
  • cibi zuccherati: anche lo zucchero contribuisce fortemente a favorire il gonfiore addominale.

Dieta pancia piatta: i cibi da consumare

Una volta conosciuti i cibi da cui è meglio stare alla larga, è arrivato il momento di menzionare quelli da assumere per avere la pancia piatta:

  • Carni bianche: le carni bianche sono povere di grassi. Cucinarle al vapore, al forno o alla griglia;
  • tutti i frutti drenanti, basti pensare all’ananas e all’anguria: hanno poche calorie, sono naturalmente dolci e contengono molta acqua;
  • carciofi e asparagi: anch’essi sono molto drenanti;
  • avocado: l’avocado è un grasso buono, in quanto ricco di Omega 3, ma occhio a non esagerare con le quantità;
  • pesce: contiene meno calorie della carne e aiuta a mantenere il ventre piatto;
  • cereali integrali: sono ricchi di fibre a aiutano a mantenere l’intestino attivo.
© Riproduzione riservata
Leggi anche