Dolci di Carnevale napoletani: ricette classiche

Dolci di Carnevale napoletani: le ricette della tradizione.

Il carnevale è una delle feste più famose per l’utilizzo dei costumi e dei coriandoli ma lo è anche, molto importante, per i dolci che richiamano la tradizione. La sua origine è davvero molto antica e risale a secoli fa dove i quaranta giorni di Quaresima venivano del tutto rispettati.

I giorni, però, più noti sono il martedì e il giovedì grasso dove si poteva eccedere con i dolci e dare largo spazio ai peccati di gola. Di seguito, alla luce di ciò, verranno riportate alcune ricette molto buone e prelibate da poter rifare in questo periodo dell’anno. Più nel dettaglio si parlerà di dolci di carnevale napoletani e delle loro ricette classiche.

Dolci di Carnevale napoletani: ricette

Le ricette napoletane da poter fare nel periodo di Carnevale sono davvero tantissime e seguono una tradizione che va avanti da davvero molto tempo.

Chiacchiere

Le chiacchiere sono le più famose nel campo dei dolci della tradizione napoletana nel periodo del carnevale. In altri modi possono essere chiamate frappe, cenci o bugie. Questa tradizione risale alla Regina di Savoia che di solito riceveva molti ospiti e di prolungava in lunghi discorsi e, quindi, in lunghe chiacchiere. Si dice che un giorno, a causa di una forte fame, ordinò ai suoi cuochi di cucinare per lei e per i suoi ospiti, da qui, appunto deriva il nome chiacchiere.

Ingredienti per 40 chiacchiere

  • Farina 500g;
  • Zucchero 70g;
  • Burro a temperatura ambiente 50g;
  • Grappa 30g;
  • Uova 3 medie;
  • Lievito in polvere per dolci da 6g;
  • Baccello di vaniglia;
  • Tuorli 1;
  • Sale fino 1 pizzico;
  • Olio di semi di arachidi q.b.;
  • Zucchero a velo q.b.

Procedimento

  1. Innanzitutto prendere una terrina dove dover setacciare per bene con un passino tutta la farina insieme al lievito in polvere.
  2. Di seguito aggiungere al composto le tre uova leggermente sbattute, tutto lo zucchero, il sale e la grappa. Fatto ciò, prima con una frusta elettrica e poi con le mani amalgamare il tutto per bene fino ad ottenere un impasto morbido ed omogeneo.
  3. Unire poi i semi della bacca di vaniglia insieme al burro a temperatura ambiente e impastare ancora per una quindicina di minuti fino ad ottenere una palla liscia e del tutto omogenea. Il risultato che si dovrà ottenere a questo punto è quello di un composto che può essere steso e maneggiato con facilità e quindi del tutto malleabile. Nel caso così non fosse, possono essere aggiunti anche 5/10g di acqua in modo da ammorbidirlo.
  4. A questo punto è necessario stenderlo su un piano di lavoro, maneggiarlo fino a dargli la forma di sfera. Dopodiché, prendere della pellicola per avvolgere il tutto e fare riposare a temperatura ambiente per una mezz’ora.
  5. Trascorso il tempo bisognerà dividere l’impasto in pari da 150g e stenderli con il tirapasta con uno spessore largo di 2mm. Fatto ciò basterà creare con una rotella a taglio dei rettangoli di circa 5x10cm e fare due tagli dritti al centro di essi.
  6. Intanto preparare l’olio per friggere i rettangoli, girare sopra e sotto e a cottura scolarli. Infine basterà cospargere il tutto con dello zucchero a velo.

carnevale

Castagnole

Questi dolcetti sono un altro genere che richiama il periodo carnevalesco. Il loro impasto è a base di farina, zucchero e uova e possono essere farcite con della crema.

Ingredienti per 40 castagnole

  • 370g di farina;
  • 80g di zucchero;
  • 3 uova medie;
  • 60g di burro;
  • 1 cucchiaino da caffè di lievito;
  • 1 limone grattugiato;
  • sale q.b.;
  • olio per friggere.

Procedimento

  1. Si inizia con lo scogliere il burro per poi riportarlo in un recipiente per preparare il composto.
  2. Aggiungere poi tutto lo zucchero, le tre uova, una alla volta e girare. Unire poi la buccia di limone grattugiata, il sale e la farina setacciata quanto basta in modo da ottenere un composto liscio e del tutto omogeneo.
  3. Infine aggiungere un cucchiaino di lievito. Fatto ciò, bisognerà creare delle palline da immergere nell’olio bollente per friggere.
  4. Girarle fino a cottura a piacere, purché siano di un colore abbastanza dorato. Terminato questo passaggio basterà scolarle e porle su dei tovaglioli assorbenti ed, infine, cospargerle tutte con abbastanza zucchero.

castagnole napoletane

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ricette light di gennaio: le nostre proposte invernali

Miele di acacia: proprietà e benefici per la salute

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.