Notizie.it logo

Frutta e verdura di stagione: proprietà e consigli per gennaio e febbraio

Frutta verdura di stagione

Sono tanti i tipi di frutta e le verdure presenti nella stagione invernale: proprietà e ricette consigliate

La natura è sempre generosa, anche d’inverno. La frutta e la verdura di stagione dà energia e vitamine. Offre inoltre la possibilità di creare tante prelibate ricette.

Frutta e verdura di stagione

In un periodo apparentemente sterile come l’inverno, Madre Terra ci regala tantissimi prodotti. Non sono solo buoni e gustosi ma agiscono proprio a beneficio di quei lievi disturbi che possono colpire in questa stagione, come raffreddore, tosse, mal di gola o debolezza generale. Frutti succosi e colmi di vitamina C ci difendono dai virus e le verdure energizzanti hanno innumerevoli proprietà nutritive. Andiamo a scoprire quali peculiarità ci riservano i mesi di gennaio e febbraio.

Verdure di gennaio e febbraio

In questo periodo c’è un tripudio di: bietole, broccoli, carciofi, porri, cavoli, verza e cavolini di bruxelles, cavolfiori, cardi, indivia, lattuga.

Non mancano i legumi quali: lenticchie, ceci e fagioli che ci accompagnano tutto l’anno. Ci sono poi: piselli, spinaci, zucche ma anche patate, radicchio rosso, sedano, topinambur… un lungo elenco. Le fredde giornate ci costringono in casa ma diventa un piacere preparare zuppe e minestre, in ogni regione con tanti piatti tipici.

Via alle vellutate di patate, porri e carote e la famosa ribollita fiorentina. C’è spazio anche per i risotti ai carciofi e alla zucca e volendo usare qualche spezia come il curry, si possono preparare ottime zuppe, anche col semplice cavolfiore. Che dire poi delle frittelle, create con questo ortaggio e magari insaporite da spezie, uova ed erba cipollina?

Le ricette da elencare sarebbero innumerevoli, fatto sta che tutte queste verdure sono ricche di minerali e vitamine del gruppo B, vitamina C e una buona parte di fibre. Ci aiutano a combattere stitichezza, ritenzione idrica e apportano il giusto dosaggio di calorie, saziando al tempo stesso. Sarebbe meglio poter consumare le verdure crude, condite semplicemente con olio extra vergine di oliva e/o limone e succo d’arancia. Con la cottura queste perdono gran parte delle loro proprietà. Gli ortaggi invernali sono ricchi di acido folico, fondamentale soprattutto durante la gestazione.

Frutta e verdura di stagione

Frutta di gennaio e febbraio

Questi mesi non sono molto ricchi in varietà di frutti. Onnipresenti sono gli agrumi, che già di per sé offrono freschezza, vitamine e versatilità in cucina. Sono presenti inoltre molte arance, clementine, limoni, cedri, pompelmi, kiwi, mele e pere, cachi, melagrana. Si tratta di frutti che anche consumati semplicemente così, regalano un frizzante piacere. Possono essere utilizzati comunque in tante ricette ed esaltare preparazioni casalinghe o raffinate. Tutti gli agrumi sono ricchi di vitamine, acqua e minerali e hanno proprietà rimineralizzanti per l’organismo. Le mele sono ricche di fibre, vitamine A e C e molti sali minerali come potassio, calcio e magnesio. Sono inoltre povere di sodio, saziano e regolano gli zuccheri nel sangue ma soprattutto, non sono davvero favolose nella classica torta di mele?

Frutta verdura di stagione

Per chi vuole un concentrato di energia abbiamo il cachi, ricchissimo in calorie ma anche magnesio, selenio, manganese, calcio e sodio. Può anche essere utilizzato per preparare una marmellata strepitosa da gustare tutto l’anno. In realtà, con tutta la frutta invernale, si possono fare conserve da utilizzare anche negli altri mesi e realizzare torte e pasticcini aromatizzati ai succhi di agrumi. Sono perfetti poi per guarnire insalate o piatti di pesce.

La stagionalità, se rispettata, garantisce benessere, gusto e salute. Si deve acquistare e consumare preferibilmente frutta e verdura di stagione per un semplice motivo, anzi due.

  1. La Natura offre spontaneamente ciò che serve in ogni periodo dell’anno
  2. I frutti e le verdure coltivate in serra o con regime intensivo risultano innanzitutto meno saporiti e poi meno salutari.
© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche