Notizie.it logo

Funghi porcini in padella: un secondo gustoso

funghi porcini in padella

Un contorno semplice e saporito, ottimo accompagnamento di carni rosse e bianche.

I funghi porcini sono un valido ingrediente della tradizione culinaria italiana, perfetto per la realizzazione di tantissimi piatti, dai primi, ai secondi, fino ai contorni. Sono tipici della stagione autunno-invernale, ma in realtà possono essere cucinati tutto l’anno perchè possono essere acquistati sia seccati sia surgelati.

Se si utilizzano i funghi porcini secchi, è necessario lasciarli a bagno almeno un paio d’ore per reidratarli. Per godere appieno del loro gusto e aroma, si prendono i funghi secchi, li si lava con attenzione, e poi li si mette a bagno. L’acqua utilizzata per la reidratazione non deve essere eliminata, ma utilizzata per la cottura. Se invece si utilizzano i funghi porcini surgelati, devono essere cucinati tal quali, senza farli prima scongelare. I funghi porcini in padella sono un ottimo secondo piatto

Funghi porcini in padella

Funghi trifolati

I funghi porcini in padella sono un ottimo secondo piatto, semplice da realizzare, ma davvero molto gustoso.

Sono un ottimo accompagnamento di qualsiasi tipo di carne, bianca e rossa.

Una ricetta tipica è quella dei funghi porcini trifolati, che si adatta molto bene anche con la polenta.

  1. I funghi porcini trifolati si realizzano preparando il classico soffritto con olio extravergine di oliva, cipolla, sedano, carota e uno spicchio d’aglio.
  2. Si aggiungono i funghi porcini e li si fa rosolare con attenzione. La cottura viene permessa dall’acqua di vegetazione che si sprigiona dai funghi stessi.
  3. A cottura quasi ultimata (bisogna fare molta attenzione perchè sono sufficienti pochi minuti) si aggiungono sale, pepe e un trito di prezzemolo.

Funghi alla boscaiola

I funghi porcini sono un ingrediente fondamentale di un piatto classico della tradizione culinaria italiana: la boscaiola. Anche in questo caso la preparazione è semplicissima, così come gli ingredienti necessari:

  • salsiccia;
  • funghi porcini,
  • olio extravergine di oliva;
  • sale;
  • pepe;
  • prezzemolo;
  • soffritto;
  • aglio.
  1. Innanzitutto si prepara il soffritto con carote, sedano, cipolla e uno spicchio di aglio intero. Sulla padella si deve aggiungere pochissimo olio perchè il passaggio successivo della preparazione è l’aggiunta della salsiccia. La cottura deve essere quindi permessa non dal grasso aggiunto (l’olio extravergine di oliva), ma dal naturale grasso della salsiccia che si scioglie in cottura.
  2. Si spacca la salsiccia a pezzetti e la si fa rosolare. Quando comincia a colorarsi, si aggiungono i funghi porcini e si prosegue con la cottura.
  3. Eventualmente, si può aggiungere del vino bianco da far sfumare a fiamma viva o un goccio di acqua (quella usata per la reidratazione dei funghi è ideale).
  4. Si aggiusta di sale e pepe e, a cottura ultimata, si aggiunge il prezzemolo finemente tritato. Questo secondo piatto è davvero saporito, gustoso e completo.
© Riproduzione riservata
Leggi anche