Notizie.it logo

Plumcake con ricotta: una soffice bontà

plumcake con ricotta

Plumcake con ricotta, leggerissimo e soffice, una coccola per il mattino.

L’aroma avvolgente del plumcake è certamente un pensiero delizioso per alleviare il torpore del mattino. La versione del plumcake proposta di seguito riprende la ricetta classica, veloce da preparare e con ingredienti facili da reperire, rendendola però ancora più soffice e morbida con l’aggiunta della ricotta.

Ideale per la colazione accompagnato da un bicchiere di latte freddo o un cappuccino, si sposa alla perfezione anche al tè nero o al rooibos, così da essere la perfetta soluzione per una dolce merenda. L’assenza del burro renderà il vostro plumcake ancora più leggero e, come vedremo, gli aromi da aggiungere vi regaleranno la versione più adatta ai vostri gusti. Scopriamo come prepararlo!

Plumcake con ricotta

Ingredienti

  • 3 uova;
  • 100 g di ricotta vaccina;
  • 150 g di zucchero;
  • 150 g di farina 00;
  • 50 g di fecola di patate;
  • 50 g di olio di semi di girasole;
  • 1 bustina di lievito per dolci;
  • Scorza di mezzo limone biologico (o in alternativa cannella o 1 bustina di vanillina);
  • Zucchero di canna qb.

Preparazione

  1. Rompere in una ciotola capiente le tre uova intere e aggiungere lo zucchero.

    Montare con l’aiuto di fruste elettriche o di una planetaria, fino a ottenere un composto chiaro e spumoso.

  2. Prendere ora la ricotta. È importante che sia stata lasciata in un colino almeno per un’ora, in modo da perdere la sua acqua. La ricotta infatti tende a perderla in cottura, rischiando di diventare troppo liquida e inumidire eccessivamente il dolce. In una terrina versare quindi la ricotta e grattugiare la scorza di limone. Per accentuare il gusto agrumato del limone, spremere anche il succo. Se si gradisce un aroma più deciso e avvolgente, potete integrare o sostituire il limone con un cucchiaino di cannella in polvere o con dell’estratto di vaniglia, che conferisce sempre quell’odore delizioso di torta fatta in casa. Con un leccapentola o i rebbi di una forchetta lavorare la ricotta con gli aromi fino a ottenere una consistenza cremosa.
  3. Nel composto di uova e zucchero aggiungere a filo l’olio di semi, lavorando con le fruste. Un cucchiaio per volta incorporare la ricotta, gradualmente affinché il composto riesca ad assorbirla in modo omogeneo.
  4. Sempre un po’ alla volta aggiungere la farina, la fecola e il lievito per dolci. Le polveri devono essere state precedentemente setacciate, per evitare grumi. Se volete ottenere una particolare morbidezza, passatele al setaccio due volte. Si dovrà avere infine un composto liscio e senza grumi.
  5. Scegliere lo stampo tradizionale per i plumcake, allungato e squadrato, così da dare al vostro dolce una forma immediatamente riconoscibile. Oliare e infarinare lo stampo. Se si preferisce, si può anche rivestire di carta forno, avendo cura di far aderire per bene la carta per non lasciare troppe pieghe, se necessario, aiutarsi con un po’ d’acqua. Versare il composto nella teglia e cospargere la superficie con una spolverata di zucchero di canna.
  6. Far cuocere in forno preriscaldato a 180°C, in modalità statica per 35 minuti. Prima di sfornare forare il plumcake con uno spiedino o uno stuzzicadenti: se si estrae ancora umido o sporco di impasto, lasciare cuocere per altri dieci minuti. Ripetere la prova stecchino: solo quando sarà asciutto il dolce sarà cotto perfettamente.
  7. Prima di estrarlo dallo stampo, si presti attenzione che si sia raffreddato completamente. Essendo un dolce molto morbido, con il calore sarà infatti pù facile che si rompa. Una volta estratto, se gradito, cospargere di zucchero a velo, quindi servire.

La scorza di limone può essere sostituita con quella d’arancia.

Per rendere ancora più goloso il plumcake, si possono aggiungere all’impasto 50 g di gocce di cioccolato fondente precedentemente infarinate.

Se conservato in un portatorta, a temperatura ambiente, il plumcake si mantiene morbido fino a tre giorni.

© Riproduzione riservata
Leggi anche