Quali dolci mangiare in gravidanza

Quali dolci mangiare in gravidanza e quali evitare, i consigli.

Durante la gravidanza è fondamentale seguire una dieta equilibrata, ma non mancano le voglie e i desideri di dolci, ma quali si possono mangiare e quali sono, invece, quelli da evitare? Vediamo quali sono i dolci consentiti e quelli sconsigliati durante i nove mesi.

La gravidanza è uno dei periodi più belli che una donna possa vivere; durante i nove mesi di attesa, infatti, la donna sperimenta sensazioni ed emozioni nuove, mai provate in qualsiasi altro periodo della propria vita e lo fa perché dentro di lei sta nascendo una vita. Mamma e bambino sono, dunque, in simbiosi e lo sono per ogni aspetto di questa avventura, alimentazione compresa.

Quali dolci mangiare in gravidanza

Durante le 40 settimane di gestazione l’alimentazione della mamma influisce molto sulla crescita e sullo sviluppo del feto, per questo molte donne devono seguire una specifica dieta in gravidanza. Tuttavia, è da sfatare il mito, o concetto, che le mamme debbano mangiare per due, come pensano molte donne. Al contrario, occorre curare l’alimentazione, che deve essere sana e leggera. Il bambino si nutre, infatti, di ciò che mangia la mamma.

Questo, però, non significa che bisogna privarsi dei piaceri del palato, rinunciando ai dolci. Naturalmente, gli alimenti zuccherati vanno limitati, per non incorrere nel diabete gestazionale e per non trasmettere troppi zuccheri al bambino. Ma vediamo quali sono i dolci consentiti durante la gravidanza.

crostata

Il bambino si nutre e cresce attraverso il collegamento del suo cordone ombelicale con la placenta della mamma che gli porta nutrimento e proprio per questo motivo è corretto affermare che la mamma, durante la gravidanza, debba curare in maniera più attenta rispetto al solito la sua alimentazione: non deve affatto “mangiare per due” in termini quantitativi, quanto piuttosto qualitativi.

Da qui l’esigenza di avere un’alimentazione quanto più equilibrata possibile, sana, nutriente, ricca di cibi genuini, che apportino a lei e al piccolo nel suo grembo tutto il nutrimento necessario ad affrontare la gravidanza e consentire la crescita del bambino.

Per quanto riguarda i dolci, è più che naturale che la donna in attesa di un bambino possa avere, nel corso della giornata, voglia di dolce. Questa voglia non è per lei solo un bisogno di soddisfare un bisogno fisiologico-materiale della fame del momento, ma anche la sua maniera di soddisfare il bisogno di coccole e cacciare ansie e stress da gravidanza.

La voglia di dolce può essere soddisfatta e la futura mamma può gustare tranquillamente un dolcetto qua e là, l’importante è che lo faccia con buonsenso e moderazione.

Come ben sappiamo, alcuni alimenti sono fortemente sconsigliati durante la gravidanza, come il cibo crudo, ma spesso vengono anche sconsigliate le uova, soprattutto se crude o poco cotte. Per tale motivo, possiamo dire che il tiramisù è uno di quei dolci da evitare, così come le creme e il salame di cioccolato.

Da evitare, o da limitare fortemente sono le caramelle, lecca lecca, bibite gasate, light e molto zuccherine. Inoltre, è sconsigliato il consumo eccessivo di zucchero semolato o di canna, o di dolcificanti sintetici che contengono aspartame.

Tuttavia, durante la gravidanza è possibile mangiare i dolci che non contengono uova, o che siano stati infornati e ben cotti. Quelli più consigliati sono quelli secchi, come biscotti e crostate alla frutta. Infine, è fondamentale farsi consigliare dal proprio ginecologo gli alimenti migliori da consumare per la salute della mamma e del bambino e quali sono quelli da abolire o evitare.

Se consumati con buonsenso e moderazione i dolci non fanno mai male, ma alcuni di essi potrebbero scatenare qualche reazione nella donna in attesa per via dei loro ingredienti. Se non si usa buonsenso e moderazione alcuni dolci in particolare potrebbero rivelarsi fonte di disturbi e problemi fastidiosi.

I dolci alla crema, per esempio, sono da gustare con molta attenzione perché se non perfettamente freschi potrebbero essere causa di salmonella o toxoplasmosi e ciò vale anche per i dolci non cotti o poco cotti contenenti uova, latte e burro.

Un’altra considerazione riguardante i dolci è che, come tutti sanno, molti dolci e dolciumi contengono parecchio zucchero, sia esso semolato, bianco, di canna e ciò potrebbe rappresentare un problema per le gestanti predisposte a sviluppare il diabete gestazione, una patologia cui prestare molta attenzione, per la mamma e per il bambino.

Inoltre i dolci eccessivamente zuccherosi sono la causa dell’aumento di peso eccessivo di alcune donne in gravidanza che una volta partorito non riescono a smaltire con facilità.

Via libera, invece, ai dolci casalinghi fatti con ingredienti genuini, di cui si conosce la provenienza e la freschezza. Per questi il suggerimento è di preferire il malto d’orzo o altri dolcificanti naturali ai comuni zuccheri in commercio. I dolci alla frutta o quelli allo yogurt saranno una merenda deliziosa e salutare, che non costituirà alcun problema alla futura mamma.

Infine, una buona ciotola di frutta fresca di stagione, a pezzi, frullata o centrifugata non fa mai male, specialmente a chi aspetta un bambino perché apporta molti benefici e il giusto apporto energetico alla donna e al bambino, naturalmente in modo sano.

Anche le bevande particolarmente zuccherine o quelle gassate sono da consumare con moderazione e una certa attenzione è da prestare anche in fatto di tisane, come camomilla e tè verde.

Leggi: Camomilla in gravidanza si o noTè verde in gravidanza si o no

L’attesa può essere davvero “dolce”, l’importante come sempre è non esagerare. Con le dovute accortezze e attenzioni non esistono limitazioni da imporsi o cibi da eliminare.

Leggi anche: Fragole in gravidanza si possono mangiare? e Funghi in gravidanza si o no?

Scritto da Ilenia Albanese

Scrivi un commento

1000

Come friggere i calamari

Spaghetti di zucchine con crema di avocado: ricetta vegana

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.