Seitan al vino rosso, la ricetta vegana

Seitan, buono e salutare.

Il seitan è un alimento vegetale altamente proteico di origine orientale, infatti secondo la ricetta originale che arriva dal Giappone, si ottiene dalla farina eliminando prima il glutine. La tradizione vuole che successivamente l’impasto sia lavorato e bollito in acqua con diversi aromi fra cui alga Kombu e salsa di soia.

Negli ultimi tempi il seitan ha riscosso molto successo anche in altre parti del mondo grazie al sapore e al fatto che contiene pochi grassi, infine la consistenza morbida fa sì che il seitan possa essere usato in diverse ricette, ad esempio, il seitan al vino rosso.

Come preparare il Seitan in casa

Il seitan si trova in tutti i supermercati, ma se vogliamo che il nostro piatto abbia un sapore con una marcia in più, bisogna prepararlo con le proprie mani.

Il Seitan va preparato con:

  • farina manitoba;
  • acqua tiepida;
  • brodo vegetale.
  1. In una ciotola va mescolata la farina e l’acqua tiepida, aggiungendola un poco alla volta.
  2. Il composto così ottenuto va impastato per circa 15 minuti, dopo questa fase l’impasto va rimesso in una ciotola e coperto con acqua fredda. Dovrà riposare un’ora.
  3. Dopo questo passaggio il panetto va immerso nell’acqua e massaggiato, dopo di che dovrà essere immerso in acqua calda.

    Poi di nuovo acqua fredda alternandola con acqua calda.

  4. Il panetto va così avvolto in un telo bianco e legato alle due estremità, verrà immerso nel brodo bollente e fatto sbollire per 50 minuti. Dopo la cottura, il seitan potrà essere liberato dal telo e sarà pronto per ogni preparazione e ricetta.

Seitan al vino rosso, ricetta vegana

Ingredienti

Una delle ricette preferite da molti è il seitan al vino rosso, in particolar modo nella versione vegan.

Per preparare la ricetta vegana del seitan al vino rosso per due persone occorrono:

  • 200 gr. di seitan;
  • un cucchiaio di brodo vegetale;
  • aromi come rosmarino;
  • alloro;
  • salvia (è possibile aggiungere altre erbe aromatiche a proprio piacimento);
  • due cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • un bicchiere di vino rosso;
  • pepe;
  • farina bianca.

Sarebbe preferibile produrre il seitan direttamente seguendo la ricetta orientale, ma se ciò non fosse possibile andrà bene comprarlo già confezionato.

Procedimento

  1. Il seitan va tagliato a strisce piccole, queste ultime vanno passate nella farina.
  2. Una volta fatto ciò e adagiato le striscioline su carta assorbente in un piatto, bisognerà prendere una padella e aggiungere due cucchiaio di olio extravergine d’oliva aggiungendo le erbe aromatiche, sale e facendole rosolare (per variare è possibile far rosolare carota, cipolla e sedano).
  3. A questo punto aggiungere anche le striscioline di seitan e farle rosolare su tutti i lati, sfumare il tutto con il vino rosso velocemente e coprire la padella con un coperchio, far cuocere a fiamma bassa.
  4. A questo punto basterà aspettare circa dieci minuti e il seitan al vino rosso vegano sarà pronto. Prima di impiattarlo aggiungere pepe nero quanto basta.

Come impiattare

Il seitan può essere abbinato a molte verdure o anche ai legumi, per cui potrà essere accoppiato con peperoni, patate e carciofi, ma anche lenticchie, fagioli e ceci.

Il seitan al vino rosso è un piatto dove la fantasia si può sbizzarrire, infatti possono essere adagiate nel piatto erbe aromatiche come il rosmarino, pomodori per dare più colore, rucola, insalata.

Le striscioline di seitan possono essere utilizzate per comporre simpatici spiedini alternandole con le verdure. Molti lo accompagnano al riso, alle melanzane e alle zucchine.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Scaloppine di pollo al Marsala, come prepararle?

Cavolo rosso, 5 idee sfiziose per cucinarlo

Leggi anche
Contents.media