Torta di grano saraceno con pere e marmellata: ricetta genuina

La torta di grano saraceno con pere e marmellata è un dolce rustico, ricco di fibre e priva di latticini, ideale da gustare al mattino con un tè.

Stampa
Torta di grano saraceno con pere e marmellata

Torta di grano saraceno con pere e marmellata: dessert rustico


12345 (nessun voto)Loading...

  • Tempo di prep.: 20 minuti
  • Tempo di cottura: 40 minuti
  • Tempo totale: 1 ora
  • Difficoltà: Facile
  • Dieta: Senza glutine

Descrizione

La torta di grano saraceno con pere e marmellata è un delizioso dolce casereccio, dal sapore e profumo rustico. Ricco di fibre, privo di burro e latte: ideale per chi segue un’alimentazione senza lattosio e senza glutine, ma anche per chi ama sperimentare ingredienti nuovi. Fin dal primo assaggio si rimane colpiti dal contrasto tra il sapore intenso della farina di grano saraceno, l’aroma fruttato delle pere e il profumo agrumato della marmellata di arance: audace ed equilibrato al tempo stesso. Scoprite come prepararla passo dopo passo seguendo la nostra ricetta!


Ingredienti

  • 120 g di farina di grano saraceno;
  • 100 g di fecola di patate;
  • 150 g di zucchero semolato;
  • 100 g di olio di semi di girasole;
  • 80 g di marmellata di arance;
  • 3 uova medie;
  • 1 bicchierino di Coitreau;
  • 1 bustina di lievito per dolci.

Istruzioni

  1. Montate a lungo le uova con lo zucchero, fin quando non appaiono chiare e spumose, dopodiché incorporate l’olio di semi di girasole, il liquore e la marmellata di arance.
  2. Unite all’impasto la farina di grano saraceno setacciata con la fecola di patate e il lievito per dolci, mescolate con cura affinché non si formino grumi e aggiungete due pere tagliate a cubetti piccoli.
  3. Versate l’impasto all’interno di uno stampo a cerniera foderato con carta da forno e decoratelo in superficie con le restanti due pere tagliate a fettine sottili.
  4. Infornatela la torta e lasciatela cuocere per circa 40 minuti a 180°. Fate la prova stecchino per assicurarvi che sia ben cotta, sfornatela e lasciatela raffreddare prima di servirla.

Scritto da Angelica Mocco
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Medaglioni di polenta con funghi e salsiccia: antipasto rustico

Provola alla pizzaiola napoletana: ricetta tradizionale ricca di gusto

Leggi anche
Contents.media