Come sostituire lo yogurt nella dieta

Come sostituire lo yogurt nella dieta: consigli utili.

È primavera e la prova costume si avvicina, e quando questo accade, parole come “dieta” e “dimagrimento” sono sempre più presenti nei nostri discorsi.

L’ansia del recuperare la forma perduta a volte ci fa fare delle scelte radicali e spesso pericolose per la nostra salute.

Quello che invece si deve cercare di fare con costanza per essere sempre in forma e in salute, è tenere uno stile di vita sano incentrato su una dieta equilibrata e sullo sport.

Per dieta equilibrata non si intende un regime alimentare fatto di privazioni e sacrifici, al contrario si fa riferimento a un vasto assortimento di alimenti, tutti estremamente salutari per il nostro organismo e allo stesso tempo molto gustosi e saporiti.

Perché un regime alimentare risulti equilibrato, devono essere presenti tutti i macronutrienti che rappresentano un’insostituibile fonte energetica per il nostro organismo, ovvero proteine, lipidi e carboidrati.

In particolar modo le proteine svolgono una funzione plastica fondamentale, contribuendo alla crescita e allo sviluppo delle strutture cellulari.

Ovviamente le proteine da introdurre in un’alimentazione sana ed equilibrata non sono quelle presenti nelle carni lavorate, ma sono quelle magre presenti in alimenti dal basso apporto calorico come l’albume d’uovo, i legumi, e i derivati freschi del latte.

Tra questi un alimento molto presente nelle diete, grazie al suo levato apporto proteico e al suo bassissimo contenuto calorico, è lo yogurt.

In commercio sono presenti davvero tantissime tipologie di yogurt, dai gusti sempre diversi, sia che si tratti di uno yogurt greco o che si tratti di uno yogurt tradizionale, però, se si è a dieta è sempre bene scegliere uno yogurt magro, soprattutto se lo si utilizza per degli spuntini.

Tuttavia uno yogurt intero risulterà comunque più sano rispetto a biscotti e merendine industriali, quindi non è da demonizzare, anzi se bilanciato con gli altri alimenti, uno yogurt intero può essere consumato anche da chi sta seguendo una dieta dimagrante.

Lo yogurt è molto usato nelle diete perché può essere impiegato per ottimi spuntini “spezzafame” ma anche come base per la colazione, o ancora come condimento per insalate ma anche piatti di pasta e creme light per dolci. Inoltre la varietà dei suoi gusti fa sì che incontri davvero il gusto di tutti.

Ma qualora foste a dieta e non vi foste accorti che nel vostro frigo non c’è più lo yogurt, come potreste sostituirlo? Non disperate, perché oggi Sapori Nuovi vi suggerirà come sostituire lo yogurt nella dieta, ma prima conosciamo meglio questo salutare e gustoso alimento.

Cos’è lo yogurt

Lo yogurt è un alimento prodotto dalla fermentazione lattica del latte (generalmente vaccino). Tale processo avviene grazie all’azione di due tipi di fermenti lattici: lo Streptococcus thermophilus e il Lactobacillus delbrueckii, varietà bulgaricus. Si tratta di organismi monocellulari che fermentano il latte moltiplicandosi a dismisura, fino a diventare oltre centinaia di milioni per grammo di yogurt.

Trattandosi di un derivato del latte, come quest’ultimo anche lo yogurt si differenzia per tipologia e apporto calorico: lo yogurt intero dal sapore morbido e avvolgente ha un quantitativo di calorie decisamente maggiori rispetto allo yogurt magro con il solo 0,1% di grassi.

Il minore apporto di grassi e calorie non è necessariamente connesso a una mancanza di gusto, infatti, grazie alle evoluzioni nel processo di lavorazione e all’utilizzo di dolcificanti naturali, oggi è possibile godere di yogurt dall’ottimo sapore seppur magri.

cos'è lo yogurt

Le proprietà nutritive dello yogurt

Lo yogurt possiede tutte le caratteristiche nutrizionali del latte, essendo un suo derivato. Si tratta di un alimento probiotico che contiente particolari fermenti lattici che favoriscono l’equilibrio della flora batterica intestinale, per questo è particolarmente consigliato in periodi di stress o di cambio di stagione o dopo una cura a base di antibiotici che mettono a dura prova il nostro stomaco.

Trattandosi di un alimento fermentato, è particolarmente indicato per coloro che soffrono di intolleranza al lattosio, poichè il processo di fermentazione garantisce la scissione e l’eliminazione dell’enzima lattasi, responsabile di fastidiosi disturbi intestinali.

Inoltre, le proteine, il calcio e il fosforo in esso presenti, sono più facilmente assimilabili dal nostro organismo, rispetto a quelli propri del latte.

proprietà nutritive dello yogurt

Come si produce lo yogurt

Lo yogurt si ottiene attraverso la fermentazione del latte intero, parzialmente scremato o scremato, per mezzo dell’inoculazione di speciali microrganismi acidificanti.

Per produrre lo yogurt è necessario eliminare parte della sua acqua e procedere poi con la sua omogeneizzazione e pastorizzazione, processi che assicura la maggiore digeribilità dell’alimento.

Dopo la pastorizzazione, avviene l’inoculazione dei microrganismi batterici . Il tempo di fermentazione va dalle 4 alle 9 ore, durante questa fase i batteri crescono e si moltiplicano, utilizzando il lattosio come fonte di energia.

Completata la fermentazione, lo yogurt viene raffreddato a 4° centigradi e conservato a questa temperatura sino al momento della sua consumazione, in maniera da mantenere intatti i fermenti lattici vivi.

Per ottenere uno yogurt più denso e corposo come quello greco invece, la lavorazione di base rimane la stessa, ma successivamente prevede un filtraggio maggiore che assicura l’eliminazione dei liquidi in eccesso e quindi porta alla formazione di uno yogurt dalla consistenza decisamente più corposa.

Ad oggi sul mercato sono disponibili comode yogurtiere per uso domestico, che consentono di riprodurre tutto questo processo in casa propria, permettendo di avere un ottimo yogurt genuino e autoprodotto.

produzione yogurt

Con cosa sostituire lo yogurt nella dieta

Come già anticipatovi, e per tutte le proprietà sopraelencate, lo yogurt è ampiamente utilizzato all’interno dei regimi dietetici, in quanto alimento ricco di proteine e povero in grassi e calorie.

Tuttavia, se la vostra dieta dovesse prevedere uno yogurt come merenda o colazione ma ne foste sprovvisti, eccovi qualche suggerimento per la sua sostituzione.

Trattandosi di un alimento proteico, lo yogurt andrà sostituito con un cibo appartenente alla stessa categoria di macronutrienti, come ad esempio:

  • un salume magro come la bresaola o la fesa di tacchino;
  • albume d’uovo;
  • insalata o zuppa di legumi;
  • formaggio fresco come fiocchi di latte o ricotta magra.

Se siete maggiormente golosi di dolce invece, potrete sostituire lo yogurt nella vostra dieta con un bel bicchiere di latte vegetale, avendo cura di scegliere quelli maggiormente proteici come il latte di soia o di avena.

Chi lo ha detto che chi è a dieta debba soffrire la fame?

bresaola

Scritto da Redazione Food Blog
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come sostituire yogurt nei dolci

Come sostituire il quartirolo

Leggi anche
Contents.media