Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Gerry Alotta, chi è il concorrente di Masterchef

Vediamo chi è Gerry Alotta, uno dei concorrenti, eliminati, di questa ottava edizione di Masterchef Italia

Gerry Alotta, concorrente di Masterchef Italia, ha conquistato il pubblico tanto da rivolerlo in gara.

Gerry Alotta

Il concorrente Gerry Alotta, è nato 37 anni fa a Busto Arsizio in provincia di Varese. Ha un’altra grande passione che coltiva da anni: i cavalli. Una passione che ha ereditato dal padre impegnato per anni nel commercio ippico. Ne è tanto appassionato da decidere di partire un giorno per gli Stati Uniti d’America, senza sapere la lingua e spinto da due grandi passione: quella per il nuovo mondo e quella per i cowboy. Ha lavorato sei mesi negli States all’interno dei rodei in cui racconta è riuscito a farsi un bel bagaglio di esperienza, prima di decidere di tornare in Italia e cominciare una vita in campagna.

Gerry possiede tre cavalli che tiene in un maneggio privato e con un amico ha un allevamento di lumache. Insieme, i due, producono prodotti di cosmetica e medicinali naturali con la bava di lumaca.

I suoi progetti per il futuro sono quelli di aprire una fattoria da gestire in autonomia e in cui poter allevare moltissimi animali.

Vorrebbe inoltre produrre e poi mangiare moltissime pietanze a chilometro zero e riuscire a vivere con uno stile di vita semplice e contadino.

Ha sempre dichiarato che adora sia mangiare che cucinare e in particolare modo la carne.“Mi piace tantissimo cucinare, ma anche mangiare: fin da piccolo ho sempre amato stare ai fornelli ma nessuno mi ha mai insegnato, sono autodidatta”. Racconta che è proprio negli States, e più precisamente in Texas, che ha imparato alla perfezione a fare il barbecue.

L’esperienza a Masterchef

La mia cucina è un mix tra creatività, invenzione e coinvolgimento di gusti e sapori!” Così Alotta definisce la sua cucina.

Ai Live Cooking ha cucinato un filetto, ha dichiarato che ha deciso il giorno prima quale piatto portare ma che alla fine i giudici hanno molto apprezzato il suo piatto. “Quando mi hanno dato il grembiule mi è venuta la pelle d’oca, un’emozione indescrivibile! Sono uno che non ha paura di osare e improvvisare: a giudicare dai risultati, a Masterchef mi sta portando fortuna… Non voglio per forza essere il primo della fila: se lo divento ben venga ma, mi piace stare nel gruppo. Detto questo spero di poter vincere, così da poter realizzare il mio sogno!

Il percorso di Gerry a Masterchef

Lo scorso 14 febbraio durante la quinta puntata ha dovuto abbandonare il programma dopo il Pressure Test dove insieme ad altri tre concorrenti, Gloria, Virginia e Alessandro ha dovuto creare quattro diverse fritture con quattro ingredienti diversi. Joe Bastianich, grande sostenitore del concorrente ha detto: “Every cowboy has to ride off into the sunset… a malincuore!”

Il piatto più riuscito? “Duetto di Selvaggina” realizzato durante la Misteri box nella stessa puntata in cui ha dovuto togliersi il grembiule e abbandonare la puntata. La cottura perfetta di quaglia e cerve gli aveva fatto raggiungere il podio per conquistarsi la vittoria della sfida. Nel Pressure Test però, ha fatto un grave errore, ha fritto le rane intere, ossa comprese e i giudici non hanno molto gradito.

Il pubblico si era davvero appassionato al Cowboy e per questo nel web c’è stato un generale dissenso per la sua eliminazione. Gerry spiega questo affetto da parte del grande pubblico in questo modo: “Hanno premiato la mia semplicità e la mia sincerità. La gente ha visto chi sono davvero. Sono contento”.

Non ci resta che augurare a Gerry Alotta che il suo sogno di aprire un agriturismo dove potrà produrre le materie prime con le proprie mani e con cui poi preparare ottimi piatti per tutti i suoi ospiti vada nel migliore dei modi e riesca a realizzarlo!

Chissà forse prima o poi saremo ospiti del suo ristorante, nel frattempo non perdiamo le prossime puntate di Masterchef per continuare ad avere ogni sera l’acquolina in bocca.

© Riproduzione riservata
Leggi anche