Metodi di conservazione della besciamella: consigli utili

Quali sono i metodi più efficaci per conservare la besciamella fatta in casa? Consigli e accorgimenti per far sì che duri a lungo.

La besciamella è una classica salsa che si prepara con latte, burro, farina e noce moscata, utilizzata in molte ricette tradizionali, tra cui lasagne, cannelloni e sformati di verdure. Per quanto realizzarla al momento sia semplicissimo e richieda appena 10 minuti, è possibile prepararla in anticipo per poi utilizzarla in un secondo momento: questa è una soluzione che può tornare utile specialmente quando si ha in programma una cena importante e ci si vuole organizzare per tempo con la preparazione del menù.

Può anche capitare che ne avanzi una piccola quantità e la si voglia tenere da parte per evitare sprechi. Fortunatamente, conservare la besciamella non è affatto complesso, a patto di tenere a mente alcuni accorgimenti. Ecco i metodi più efficaci per conservare la besciamella in modo da poterla utilizzare in seguito.

Conservare la besciamella in frigo

Se avete preparato la besciamella e avete intenzione di utilizzarla entro breve tempo, vi consigliamo di riporla in frigorifero.

Per fare ciò, versate la besciamella all’interno di una ciotola e copritela con della pellicola trasparente a contatto, per evitare che si addensi in superficie.

Attendete che sia completamente fredda, riponetela in frigorifero e ricordatevi di consumarla entro 3 giorni. Prima di utilizzarla, vi suggeriamo di trasferirla nuovamente all’interno di un pentolino e riscaldarla a fuoco basso, mescolandola con una frusta in modo tale che non si formino grumi.

Come congelare la besciamella

Se avete preparato più besciamella del dovuto e sapete di non riuscire a consumarla entro pochi giorni, niente paura: questa deliziosa salsa può essere facilmente congelata senza rischiare che perda la sua cremosità e il suo sapore originario.

Potete trasferirla all’interno di uno o più contenitori chiusura ermetica, creando delle porzioni tali da poterne scongelare all’occorrenza solo la quantità desiderata. Assicuratevi di lasciare un po’ di spazio all’interno di ogni contenitore perché la besciamella potrebbe espandersi durante il congelamento.

Ricordatevi di consumarla entro 3 mesi e, prima di utilizzarla, lasciatela scongelare in frigorifero e successivamente all’interno di un pentolino.

Scritto da Angelica Mocco
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Polpo arrosto su fonduta di formaggio: ricetta raffinata e saporita

Come far durare a lungo il brodo carne: metodi di conservazione

Leggi anche
Contentsads.com